Silvio Berlusconi, federazione di destra? Il commento inaspettato su Meloni e Salvini

Silvio Berlusconi ha parlato dell’attuale quadro della destra italiana esprimendo il proprio parere sulle figure di Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Silvio Berlusconi, dopo gli ultimi sviluppi elettorali, ha parlato dell’attuale quadro politico italiano. In particolare il leader di Forza Italia si è concentrato sull’assetto della destra che a suo avviso avrebbe bisogno – in vista delle prossime elezioni- di ingranare la marcia.

Non sono mancate considerazioni su Matteo Salvini e Giorgia Meloni, rispettivamente leader di Lega e Fratelli d’Italia.

Berlusconi e la destra italiana: “Giorgia Meloni e Matteo Salvini? Troppo caratterizzati”

Il progetto di una destra federata sembra essere sempre più lontano. Dall’imminenza della sua costituzione – fortemente voluta da Silvio Berlusconi- sembra si sia passati ad altri progetti non per questo, però, il fronte sarebbe meno coeso.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni (Getty Images)

A parlarne proprio il leader di Forza Italia il quale nel corso di un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera ha spiegato l’attuale quadro della destra. Di certo, in vista delle prossime elezioni al Quirinale saranno un gruppo compatto, così come lo saranno su altri temi.

Leggi anche —> Sondaggi politici: Lega in calo, in testa Fratelli d’Italia e Partito Democratico

Quando si parla federazione e di vertici, Berlusconi non si nasconde dietro parole tra le righe ed è diretto: “Meloni e Salvini hanno entrambi profili fortemente caratterizzati. Troveremo la soluzione migliore. Ma il centrodestra – riporta Il Corriere della Sera- dovrà distinguersi per equilibrio e proposte, non per questioni interne”.

L’intervista si sposta poi su un altro tema caldo, quello della presunta vicinanza di Fdi ad ambienti neo-fascisti, un’accusa mossa alla Meloni dopo quanto accaduto negli scontri di piazza del 9 ottobre. Silvio Berlusconi sul punto è perentorio: “Se Fratelli d’Italia non fosse un grande partito democratico non saremmo alleati con loro”.

Leggi anche —> Riforma Pensioni, braccio di ferro Lega-Draghi: il premier non cede

Quanto alle voci circa la nascita di alcune (contro)correnti interne a FI, Silvio Berlusconi ha voluto subito smontare i rumors. All’interno del partito, ha spiegato il Cavaliere ai microfoni de Il Corriere della Sera, non vi sono personaggi sovversivi e che non sposano la sua linea politica. I problemi, ha spiegato, sarebbero di ben altra natura. “Incomprensioni personali” ha tuonato, non “conflitti” tra le fila. Il leader di FI ha poi proseguito sottolineando che in questo momento le priorità sarebbero ben altre, considerato il periodo che sta vivendo l’Italia.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (Getty Images)

Silvio Berlusconi, sulla questione Quirinale ha apposto il suo no comment sbottonandosi soltanto nel dire che sarebbe irresponsabile smontare il Governo con elezioni anticipate.