Tragedia in montagna, ragazza di 26 anni perde la vita durante un’arrampicata

Una ragazza di soli 26 anni, ha perso la vita in un tragico incidente in Val Daone (Trento) mentre faceva bouldering insieme ad alcuni amici: inutili i tentativi di soccorso.

Eliambulanza
Eliambulanza (Silvano Rebai – AdobeStock)

Doveva essere una giornata di sano divertimento a contatto con la natura, invece, per un gruppo di escursionisti si è trasformata in tragedia. Ieri, sabato 23 ottobre, in Val Daone (Trento), Elena Pellegrini – una ragazza di soli 26 anni- è morta durante una sessione di bouldering, ossia una sorta di arrampicata su grandi massi.

Sarebbe scivolata lungo un pendio: ferite troppo gravi quelle riportate tanto da non consentire altro, ai sanitari sopraggiunti, che constatarne il decesso.

Trento, ragazza muore mentre fa bouldering: inutili i tentativi di soccorso

Nella giornata di ieri, sabato 23 ottobre, in Val Daone si è registrato un tragico incidente. Una ragazza di soli 26 anni ha perso la vita mentre si trovava con alcuni amici a praticare bouldering, una tipologia di arrampicata.

Montagna
(Foto di かねのり 三浦 – Pixabay)

Stando a quanto riporta Il Dolomiti, la vittima si chiamava Elena Pellegrini. La giovane, residente a Maranello, si trovava in Val Daone insieme ad alcuni amici per trascorrere una giornata all’insegna dello sport a contatto con la natura.

Leggi anche —> Perde il controllo dell’auto e si schianta contro un muro: Gabriele muore a 19 anni

Il gruppo di escursionisti si trovava nei pressi di un lago quando la 26enne si sarebbe staccata da loro per cause ancora da accertare. Non vedendola fare ritorno, sarebbe scattato l’allarme. Le persone che erano insieme a lei avrebbero immediatamente contattato i soccorsi.  Le ricerche si sarebbero concluse tragicamente poco più di mezz’ora dopo con il ritrovamento del corpo di Elena nell’alveo del fiume che scorre in quella zona.

Leggi anche —> Cade sui binari della metro dopo un malore: uomo muore travolto da un treno

Stando ad una prima ricostruzione, riferisce la redazione de Il Dolomiti, la giovane sarebbe scivolata lungo un pendio pieno di grandi massi riportando ferite talmente gravi da non lasciarle scampo. Sui luoghi sarebbe arrivato anche l’elicottero di Trentino Emergenza, sul quale viaggiava un medico che purtroppo nulla ha potuto per salvarle la vita: di Elena è stato possibile solo constatarne l’avvenuto decesso.

Fiume
(vschmid-pocking da Pixabay)

Purtroppo nella giornata di ieri, quello della 26enne non è stato l’unico incidente mortale. A perdere la vita un altro ragazzo, Aronne Bettoni di 25 anni precipitato dalla ferrata delle Aquile (Trento).