Pensioni: da Quota 100 a Quota 104, cosa succederà?

In arrivo importanti novità riguardanti il tema delle pensioni, ecco quali sono le ipotesi da parte del Governo

pensioni
Anziano (Stevepb_Pixabay)

Il tema delle pensioni è un argomento di notevole importanza che ogni anno si ripresenta ai cittadini lavoratori. Quota 100, Operazione donna, quota 102-104, sono sempre diverse le novità e le ipotesi da parte del Governo.

Tutti i lavoratori sono soliti parlarne ed arrivati ad un certo momento della vita, soprattutto i più anziani ambiscono ad un fondo per affrontare e vivere al meglio la propria vecchiaia. Le riforme però non finiscono mai e attualmente sono in arrivo importanti cambiamenti.

GUARDA QUI>>“Amore però sei sempre un SACCO b**a”, Levante il tris di FOTO che toglie il respiro: l’una vale l’altra

Pensioni, le ipotesi a cui sta lavorando il Governo

Mario Draghi
Il premier Mario Draghi (Getty Images)

GUARDA QUI>>Emma Marrone, concentrazione seducente: sotto la camicia niente – FOTO

Attualmente sono in corso dei lavori riguardanti la Legge di Bilancio, gli esperti e il Governo vorrebbero attuare dei cambiamenti.  Ultimamente si parla di quota 102 prevista per il 2022 e 104 per il 2023.

Per la prima si tratta di una sostituzione alla Quota 100 che consiste nel mandare in pensione tutte quelle persone, lavoratori e lavoratrici, in parte o complessivamente retributivi, con 64 anni di età e 38 di contributi. Secondo i dati statistici, sarebbero circa 50mila i cittadini interessati per il 2022.

Per quanto riguarda Quota 104, partirebbe dal 2023 e consiste un’uscita anticipata per tutti coloro che hanno compiuto 65 anni di età e 39 di contributi.

Alberto Brambilla, presidente del Centro studi e ricerche itinerari previdenziali non sembra però d’accordo con tali ipotesi tanto da affermare: “Nella proposta del Governo inserita in Manovra sulle pensioni c’è un ‘errorino’ tecnico, laddove si dice che nel 2023 si farà Quota 104. Non va bene, perché se noi dovessimo fare nel 2022 Quota 102 e nel 2023 Quota 104, di fatto è come se rifacessimo la Fornero e per 5 anni non va più in pensione nessuno”.

Quanto guadagna un architetto
(Foto di Nattanan Kanchanaprat da Pixabay)

Le carte da giocare sono ancora in tavola e il Governo dovrà provvedere a trovare delle soluzioni solide e valide che non vadano a compromettere i diritti e la tutela dei cittadini.