Caso Gabby Petito: Brian Laundrie sbranato dagli alligatori

Ritrovati i resti del fidanzato di Gabrielle Petito. Secondo alcuni testimoni locali il ragazzo è stato ucciso da coccodrilli e maiali selvatici.

Ultimo saluto a Gabby Petito: la sua urna cineraria è vuota
Gabby Petito (Getty Images)

A un mese esatto dal rinvenimento della salma di Gabby Petito, blogger americana 22enne, l’ennesima piega tragica per il giallo più sentito degli Stati Uniti. La tragica notizia risale allo scorso mercoledì (20 ottobre), data del ritrovamento dei resti di Brian Laundrie, il fidanzato 23enne della giovane influencer. L’agghiacciante scoperta è il risultato di una complessa operazione di ricerca da parte dell’FBI, coadiuvata dagli agenti di polizia locali. La coppia era partita questa estate in furgone in un viaggio all’insegna dell’avventura nel paesaggistico territorio degli Stati Uniti. La vacanza è finita in tragedia a inizio settembre, quando Brian è rincasato in Florida senza Gabby.

NON PERDERTI ANCHE >>> Cumbre Vieja a un mese dall’eruzione: la lava raggiunge La Laguna

Brian Laundrie “mangiato dai coccodrilli e dai maiali selvatici”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Scary (@scarydoze)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Allarme Covid-19, Vladimir Putin: “una settimana di ferie ai lavoratori”

Il corpo ritrovato lo scorso mercoledì appartiene a Brian Laundrie. Lo ha riferito il notiziario Mirror, la cui fonte riporta l’ipotesi privilegiata da testimonianze locali. Secondo alcune dichiarazioni citate dal quotidiano britannico, con molta probabilità il ragazzo è stato sbranato da un branco di alligatori e maiali selvatici: tipica fauna del parco paludoso della Florida, dove il giovane è stato rinvenuto. Stando a quanto si apprende dal rapporto ufficiale dell’FBI, i risultati hanno confermato l’identità dei resti con la persona di Brian Laundrie. La certezza arriva dal confronto tra le impronte dentali, l’unica modalità di identificazione possibile, dal momento che del corpo di Brian restavano solo un mucchio di ossa.

Al momento la teoria prevalente non ha ancora nessun riscontro empirico. In merito, le autorità locali hanno riferito il “risultato inconcludente” dell’autopsia. Stando a quanto ha asserito Steven Bertolino, il legale della famiglia del 23enne, l’esame autoptico non ha fornito alcuna informazione sul decesso del ragazzo; “né sulle modalità né sulla causa della sua morte.”  “I suoi resti saranno presto trasferiti a un esperto antropologo.“, ha dichiarato alla CNN l’avvocato.

Scomparsa dallo scorso 11 settembre, Gabrielle Petito è morta per strangolamento: i suoi resti sono stati ritrovati intorno alla Spread Creek Dispersed Camping Area, nella foresta nazionale di Bridger-Teton, al confine orientale del Grand Teton National Park. Il medico che ha effettuato l’autopsia del 21 settembre ha confermato che la giovane è morta strangolata almeno tre o quattro settimane prima del rinvenimento della sua salma. Da persona d’interesse all’inchiesta, il ragazzo è stato in seguito accusato di omicidio e frode bancaria per aver utilizzato i dispositivi non autorizzati della vittima in data successiva alla sua morte.

Ultimo saluto a Gabby Petito: la sua urna cineraria è vuota
Gabby Petito (Getty Images)

La famiglia di Brian Laundrie ha riferito ai media che non celebrerà il funerale, ma il suo corpo sarà presto cremato e ricordato in privato.

Fonte Mirror