Covid-19, monitoraggio Iss: schizza a 0,96 l’Rt, sale anche l’incidenza dei casi

Dalla bozza dell’ultimo monitoraggio dell’Iss e del Ministero della Salute sull’epidemia da Covid-19 emerge la crescita dell’Rt e dell’incidenza dei casi.

Coronavirus
(Getty Images)

Negli ultimi giorni si è registrato un aumento dei casi da Covid-19 nel nostro Paese. Aumento che è emerge anche dai dati contenuti nella bozza dell’ultimo monitoraggio settimanale effettuato dall’Iss (Istituto Superiore di Sanità) e dal Ministero della Salute. Stando al report, l’indice Rt di contagio è schizzato dallo 0,86 della scorsa settimana a 0,96. In crescita anche l’incidenza dei casi e il tasso di occupazione nelle aree mediche, mentre rimane stabile quello nei reparti di terapia intensiva.

Covid-19, monitoraggio Iss: schizza a 0,96 l’Rt, sale anche l’incidenza dei casi

Non arrivano buone notizie dall’ultimo monitoraggio settimanale effettuato dall’Iss e dal Ministero della Salute sull’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

Secondo la bozza del report, come riporta la redazione di Open, l’Rt sul territorio nazionale è salito a 0,96 rispetto allo 0,86 della scorsa settimana. L’indice di contagio rimane appena al di sotto della soglia epidemica, soglia che, secondo le stime dell’Iss, potrebbe essere superata già la prossima settimana quando potrebbe arrivare a 1,14. Cresce anche l’incidenza dei casi settimanali che passa da 34 a 46 casi per 100mila abitanti.

Leggi anche —> Coronavirus, il bollettino del 28 ottobre: 4.866 nuovi casi di contagio e 50 morti

Dalla bozza del monitoraggio emerge anche un aumento del tasso di occupazione nelle aree mediche del nostro Paese: il livello di occupazione nei reparti ordinari è salito a 4,5% rispetto al 4,2 della scorsa settimana. Stabile, invece, il tasso di occupazione in terapia intensiva che si ferma al 3,7%.

Leggi anche —> Green Pass e proteste: il premier Draghi non cede ai tamponi gratis

Il numero delle Regioni/Provincia autonome classificate a rischio moderato è salito a 18, rispetto alle 4 della scorsa settimana. Solo 3 risultano a rischio basso: Basilicata, Sardegna e Valle d’Aosta. Sono, invece, tre le Regioni che riportano un’allerta di resilienza, ma nessuna riporta molteplici allerte di resilienza.


Per quanto riguarda l’aumento dei tamponi effettuati, in seguito all’obbligo di Green Pass per i lavoratori entrato in vigore il 15 ottobre, l’Iss ha specificato, riporta Open, che le stime dell’indice Rt siano poco sensibili a questa crescita poiché si basano solo sui casi sintomatici o ospedalizzati.