Ddl Zan, (forse) non tutto è perduto: la soluzione per “salvarlo”

La mancata approvazione del Ddl Zan non ha lasciato indifferenti i cittadini italiani: il Pd sosterrà un’eventuale legge di iniziativa popolare.

Senato
(Getty Images)

Un esito inaspettato; voti non messi in conto hanno ribaltato al Senato quello che pareva essere un destino già scritto. L’affossamento del Ddl Zan, che sarebbe avvenuto all’esito di un ripensamento in extremis da parte di Italia Viva, non ha lasciato indifferenti i cittadini italiani i quali nel corso di questo week-end hanno deciso di scendere in piazza a manifestare il proprio dissenso.

Ed è proprio dalla popolazione che potrebbe partire un nuovo input per cercare di salvare quello che in tanti ritenevano essere un esempio di civiltà ed uno strumento necessario per tutelare la comunità Lgbt. Quello che non è stato fatto in Senato, potrebbe trovare una nuova vita partendo dalle Piazze.

Ddl Zan, legge di iniziativa popolare: Pd palesa il proprio supporto

Il Partito Democratico si è detto pronto a sostenere ed aiutare con una raccolta firme le associazioni che vorranno presentare una legge di iniziativa popolare che ricalchi il Ddl Zan.

Enrico Letta
Enrico Letta (Getty Images)

Questo, riporta La Repubblica, quanto emerso dopo le innumerevoli manifestazioni registratesi in tutta Italia nel corso del week-end a supporto della legge contro l’omotransfobia bocciata in Senato lo scorso mercoledì.

Leggi anche —> Zan, dopo lo stop al Senato del ddl: “Italia Viva flirta con la Lega”

Il Ddl Zan potrebbe, dunque, tornare a vivere per mano di quei cittadini rimasti sconvolti dalla scelta politica di affossare il testo. Lungo lo stivale sono state oltre 50 le proteste di piazza a sostegno della comunità Lgbtqi+. Da Nord a Sud, da Padova a Palermo, in numerosissimi si sono mobilitati per manifestare il proprio dissenso.

Leggi anche —> Ddl Zan affossato dal Senato: respinta la legge contro l’omotransfobia

A commentare l’accaduto Monica Cirinnà, responsabile diritti del Pd, la quale ha affermato che il suo partito è pronto a sostenere la causa. In un post pubblicato sui social ha scritto: “Lì dove non potrò essere fisicamente, sono e sarò presente con il cuore. Una mobilitazione imponente, che porta un messaggio chiaro“. La senatrice ha poi proseguito con un’accusa diretta ad Italia Viva, rea a suo avviso – riporta La Repubblica– di aver voltato faccia in Senato alla sinistra. Matteo Renzi, quel testo poi bocciato, lo aveva sostenuto alla Camera.

Alessandro Zan
Il deputato Alessandro Zan ospite a Rai News24 (screenshot Rai News24 )

La Cirinnà ha chiosato chiamando a raccolta tutti i circoli del Pd ed invitando la popolazione a sventolare le proprie bandiere.