Federica Minia a Yeslife: “Amadeus non vi ha avvertiti?”

Intervista esclusiva a Federica Minia, conduttrice e ideatrice del format “Tilov show”. Ecco cosa ha raccontato ai microfoni di Yeslife

federica minia
La conduttrice Federica Minia (Ufficio stampa)

Direttamente da Milano è tornato uno dei talk show più curiosi e originali di sempre. Stiamo parlando di “Tilov Show”, l’irriverente format sull’amore e sul sesso ideato e condotto da Federica Minia.

Il 29 ottobre 2021 è avvenuta la prima puntata, le prossime sono previste per il 12 novembre e il 3 dicembre 2021. Nell’attesa di seguirle, abbiamo fatto qualche domanda alla conduttrice e ideatrice del programma che ha risposto alle nostre curiosità.

GUARDA QUI>>Carolina Di Monaco, il tragico evento che ha stravolto la sua vita

federica minia
(Ufficio stampa)

GUARDA QUI>>“La più bella della casa”. Sophie Codegoni, la gonna è molto corta: spettacolo di sensualità che rapisce i fan – FOTO

“Tilov Show”, che cos’è esattamente?

È un talk show live in cui si parla d’amore e di sesso in modo semplice, chiaro e inclusivo davanti a un pubblico attivo. Ogni appuntamento ha un tema e lo si affronta in compagnia di medici esperti, professionisti comici e ospiti interessanti. Il tutto condito con giochi e performance artistiche.

Com’è nata l’idea di un programma del genere?

A 20 anni, e per due anni, ho condotto un programma radiofonico in FM sul sesso “Love&Sex”. Ai miei 22 anni il format era approdato live ed è diventato un talk show col semplice nome “TiLov”

Nonostante siamo nel 2021, spesso il sesso continua ad essere un tabù della nostra società. Cosa pensi al riguardo?

Credo che oggi si dia troppa importanza alla forma e non alla sostanza, soprattutto sul sesso. Viviamo in un’epoca in cui ci sono miliardi di fonti da cui attingere informazioni, ma troppo spesso non si hanno gli strumenti adatti per decodificarle e comprenderle. Parlare di sesso è fondamentale per avere maggiore consapevolezza di chi siamo. Inevitabilmente la sfera sessuale si riflette sulla vita quotidiana, e avere una buona consapevolezza di sé e della propria sessualità fa in modo che il sesso diventa normalizzato e non visto più come un tabù. Pensiamo anche alle scuole dove si parla di educazione all’affettività e non sessuale, come se questa parola fosse ancora proibita e debba rimanere tale.

Cosa ci riserveranno le prossime puntate?

Ogni puntata del “TiLov Show” è un mondo da esplorare. La prima ha avuto come focus “Lo squirting e il piacere sessuale oltre ogni limite”, la seconda del 12 novembre punterà l’attenzione sulle “Fantasie sessuali e le parafilie”. A parlarne insieme a me ci saranno sempre esperti medici, comici, ospiti e una sorpresa “nuda”.

Uno degli argomenti più interessanti?

Credo che lo squirting abbia ancora il primato.

Il programma riscontra ottimi risultati, secondo te qual è la chiave del successo?

Non lo so e non ci voglio pensare, mi viene l’ansia, ahah!
Credo che, come in tutte le cose che riescono, il successo stia nella passione con cui le realizzi e ci lavori. E cadi e ti rialzi. Sempre.
Come dico spesso: “Crederci sempre, arrendersi mai, gastrite spesso”. 

Federica, parliamo di te, da oltre dieci anni nel mondo della televisione e radio. Come hai intrapreso questo percorso?

Ho sempre avuto la passione per lo spettacolo. Ho una foto che mi immortala a 8 anni sul palco del miniclub in vacanza a presentare lo spettacolo dei bimbi. Crescendo la passione è aumentata e ho sperimentato (e sperimento tutt’ora) il canto. Ho iniziato a studiare jazz a 13 anni (l’insegnante non voleva prendermi perché ero troppo giovane, diciamo che ho ottime capacità persuasive, ahah) e mi sono diplomata in musical a 20 anni. Poi sono arrivati il doppiaggio, la radio, le conduzioni in TV, i voice over, le trasferte continue da Palermo a Roma, da Milano a Torino e così via. È un percorso, che quando mi sono formata, non era delineato accademicamente. Ora i ragazzi hanno molti più modi per formarsi nello speakeraggio, nel doppiaggio, ecc, e ne sono felice.

federica minia
(Ufficio stampa)

Progetti futuri?

Amadeus non vi ha avvertiti?
Condurrò uno speciale sulle canzoni d’amore per la 72esima edizione del Festival di Sanremo. Ahah, non è vero, scherzo. Condurrò io il festival, Amadeus non vuole più farlo.

BEATRICE MANOCCHIO