Covid-19, il bollettino del 12 novembre: 8.516 nuovi casi di contagio e 68 vittime

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi venerdì 12 novembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Sul sito del Ministero della Salute è stato pubblicato il bollettino odierno contenente i dati sull’epidemia da coronavirus diffusasi in Italia. Stando all’aggiornamento odierno, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 4.843.957 con un incremento rispetto a ieri di 8.516 unità. In crescita anche i soggetti attualmente positivi che ad oggi risultano essere 110.659 (+3.739). Tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva: 445 in totale e 23 in più di ieri. I guariti complessivi sono 4.600.612, ossia 4.715 in più rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 68 decessi  che hanno portato il bilancio delle vittime totale in Italia a 132.686.

La Regione Emilia Romagna, si legge nelle note, ha eliminato dal totale dei positivi 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato da tampone molecolare. Anche il Friuli Venezia Giulia ha sottratto 2 casi  a seguito di 1 test antigenico non confermato dal successivo tampone molecolare e a seguito di 1 test positivo rimosso dopo revisione del caso. La Liguria comunica che in data odierna è avvenuto il recupero dei dati non trasmessi in precedenza per problemi tecnici di natura informatica. Infine, la Regione Sicilia specifica che i decessi riportati oggi sono avvenuti nei giorni scorsi.

Covid-19, bollettino: i numeri in Italia di giovedì 11 novembre

Coronavirus
(Getty Images)

Stando ai dati del Ministero della Salute di ieri, i casi di contagio complessivi ammontavano a 4.835.435. Salivano anche i soggetti attualmente positivi che erano 106.920. Tornavano in calo, invece, i ricoveri in terapia intensiva che risultavano essere 422 in totale. Le persone guarite erano 4.595.897, mentre il bilancio totale delle vittime saliva a 132.618.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino dell’11 novembre: 8.569 nuovi casi e 67 morti

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di mercoledì 10 novembre

Secondo l’aggiornamento sull’epidemia diramato mercoledì, le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza erano 4.826.738. Continuavano a salire anche i soggetti attualmente positivi che risultavano essere 102.859, così come i pazienti ricoverati in terapia intensiva che ammontavano a 423 in totale. I guariti complessivi erano 4.591.328 mentre il bilancio totale delle vittime saliva a 132.551.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 10 novembre: 7.891 nuovi casi e 60 decessi

Monitoraggio settimanale Iss: crescono Rt, incidenza e ospedalizzazioni

Non porta buone nuove l’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss e del Ministero della Salute. Secondo la bozza divulgata, tutti i parametri sarebbero in risalita. Nello specifico, l’indice Rt medio calcolato sui casi sintomatici è passato dall’1,15 a 1,21. Lo stesso trend ha seguito l’incidenza dei casi che si attesta a 78 su ogni 100mila abitanti rispetto ai 53 dello scorso monitoraggio.

A preoccupare anche il tasso di occupazione dei reparti di terapia intensiva che passa dal 4% al 4,4%. Stesso dicasi per le ospedalizzazioni nei reparti ordinari che dal 5,3 della scorsa settimana balzano al 6,1%. Su tale dato, però, è bene precisare che non vi è alcun allarmismo stante il fatto che i livelli di allerta sono fissati rispettivamente al 10% e al 15%. Infine, sono 20 le giorni collocate in rischio moderata, 1 a rischio basso ed una alto.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Monitoraggio settimanale Iss: crescono Rt, incidenza e ospedalizzazioni

Covid, festa di pensionamento diventa un focolaio

Ben 12 agenti della Polizia locale di Milano sono risultati positivi al Covid. Il focolaio si sarebbe registrato dopo una festa di pensionamento tenutasi per un loro collega. Stando a quanto riporta TgCom24 i soggetti erano tutti vaccinati e nessuno starebbe manifestando forme gravi della malattia. Sono come da protocollo tutti in isolamento ed i mezzi da loro utilizzati sottoposti a sanificazione.

Pandemia, Germania ed Olanda in crisi: picco di casi e decessi

L’Europa è fortemente stretta nella morsa del Covid. Purtroppo i casi di contagio sarebbero vertiginosamente saliti così come il tasso dei decessi. A patire particolarmente la Germania e la Romania, così come l’Olanda e l’Austria. Il Paese della Merkel avrebbe registrato, rispetto alla scorsa settimana, un aumento di 11.500 casi. Il dato si traduce in 263,7 casi su 100 abitanti in soli 7 giorni.

A vivere la medesima condizione anche la Francia, e l’Olanda dove il Governo avrebbe disposto una sorta di lockdown che partirà da sabato sera e durerà per tre settimana. Imprese operanti nel settore della ristorazione dovranno chiudere alle 19 e nelle private abitazioni non si potrebbero ospitare più di 4 non conviventi.


In Romania scomparirebbe, invece, “un villaggio al giorno” a causa dei decessi che ben fa comprendere quanto critico sia il quadro. Uno scenario devastante.