Bonus vacanza 2021 valido anche per Natale e Capodanno. I dettagli

Bonus vacanza 2021 anche per Natale e Capodanno? Tutte le regole per usufruire dell’incentivo. Ecco i dettagli

Capodanno in Bosnia
Luci di Natale  (Getty Images)

Il Natale è alle porte e tra poco meno di un mese gli italiani si preparano a decorare le proprie abitazioni, organizzare cene e pranzi con i parenti e qualche viaggetto rimandato a causa della pandemia.

A tal proposito, chi ha fatto domanda del bonus vacanza 2021 potrà utilizzarlo anche in questo periodo, sia a Natale che a Capodanno. Scopriamo insieme in che modo.

Bonus vacanza 2021: come utilizzarlo nel periodo natalizio?

Ulteriori restrizioni per natale
Aria natalizia (Getty images)

Il Bonus vacanza è un incentivo messo a disposizione dal Governo per incrementare il turismo in questi due anni in cui le difficoltà non sono mancate. L’Italia si è ritrovata a combattere una pandemia senza precedenti e la crisi economica si sta facendo sentire.

Nonostante sia finito il termine per fare la richiesta poiché era valida dal 1 luglio 2020 al 30 dicembre 2020, chi l’ha fatta ma non ha ancora usufruito dello sconto potrà usarlo fino al 31 dicembre 2021. Sono stati ritenuti idonee tutte le famiglie con un Isee inferiore a 40 000 euro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Terribile incidente stradale: morte due ragazze di 20 e 21 anni

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate si legge che il bonus vacanza è valido nel periodo natalizio solo se:

  • un solo componente del nucleo familiare lo spende, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto;
  • è valida un’unica soluzione;
  • è utile come sconto per il pernottamento presso una struttura turistica ricettiva in Italia come: alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e B&B.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> “Vorrei conoscerti di persona…”, Monica Bertini davanzale esplosivo: senza reggiseno è un sogno – FOTO

Inoltre bisogna sottolineare che l’80% dello sconto è utilizzabile sul posto, mentre il 20% come detrazione d’imposta durante la dichiarazione dei reddito di uno dei componenti del nucleo familiare a cui viene attribuito il documento di spesa del soggiorno.

Camminare fa bene alla mente: tutti i vantaggi che non ti aspetti
Camminata in montagna (Free-Photos da Pixabay)

Un altro aspetto riguarda il numero delle persone che compongono la famiglia. Lo sconto varia in base a quante persone ci sono. La quota parte da un minimo di 150 euro fino ad un massimo di 500 euro.