Nuova ondata di maltempo: uomo muore colpito da una tromba d’aria

Una nuova ondata di maltempo si è abbattuta sulla Sicilia provocando un’altra vittima: un uomo di 53 anni morto a Modica (Ragusa) dopo essere stato colpito da una tromba d’aria.

Maltempo Sicilia
(Facebook – Ignazio Abbate, sindaco di Modica)

Non accenna a placarsi la violenta ondata di maltempo che da due settimane, ad intermittenza, ha colpito la Sicilia. Da ieri violente grandinate e nubifragi si sono abbattuti su parte della Regione provocando ingenti danni. All’alba di stamane, un uomo di 53 anni ha perso la vita a Modica (Ragusa) dopo essere stato colpito da una tromba d’aria davanti alla sua abitazione. Il sindaco del comune del Ragusano, considerate le condizioni metereologiche, ha inviato tutti i cittadini a non uscire di casa se non strettamente necessario.

Sicilia, il maltempo miete un’altra vittima: 53enne muore colpito da una tromba d’aria

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Da ieri, grandinate, trombe d’aria e forti nubifragi hanno colpito gran parte della Sicilia orientale, in particolare le province di Ragusa e Agrigento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donna trovata morta in casa: la figlia confessa il delitto

La nuova ondata di maltempo, purtroppo, ha mietuto un’altra vittima: la quarta in circa tre settimane nell’Isola. A perdere la vita Giuseppe Ricca, 53enne residente in contrada Bosco Trebalate, a pochi chilometri da Modica (Ragusa). Stando ad una prima ricostruzione, riporta la redazione del quotidiano locale La Sicilia, il 53enne sarebbe uscito di casa per mettere in sicurezza una ringhiera che era stata danneggiata dalle raffiche di vento, ma è stato colpito e risucchiato da una tromba d’aria abbattutasi in zona. Inutili i tentativi di soccorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terribile incidente stradale: morte due ragazze di 20 e 21 anni

La violenta perturbazione ha provocato, inoltre, ingenti danni con alberi abbattuti dal vento, muri crollati, abitazioni scoperchiate e strade completamente allagate. Numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile. Il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, sul proprio profilo Facebook ha lanciato un appello ai cittadini scrivendo: “Invito tutti a non uscire se non strettamente necessario”. Il primo cittadino ha poi aggiunto che la tempistica non ha permesso alle autorità di chiudere le scuole e adesso farlo provocherebbe enormi disagi. Scuole chiuse, invece, in diversi comuni del ragusano i cui sindaci hanno emanato delle ordinanze per via delle condizioni metereologiche avverse.


Danni e disagi anche nelle province di Messina, Catania, Siracusa, Caltanissetta, Enna e Palermo, interessate anch’esse dalla perturbazione che da ieri sta flagellando nuovamente la Regione.