“Vite al limite”. La perdita di due figli l’ha ridotta in uno stato disperato. Cosa ne è stato di lei è inimmaginabile

“Vite al Limite”. La trasmissione di Real Time ci racconta la storia dolorosa di June McCamey, paziente patologicamente obesa del chirurgo Younan Nowzaradan

June McCamey Vite al limite
June McCamey Vite al limite – foto dal web

“Vite al limite” è un programma straordinario che va in onda ininterrottamente dal lontano 2012. La docu-serie ha mostrato per la prima volta le difficili condizioni di pazienti patologicamente obesi e, allo stesso tempo, ha svelato anche ogni aspetto della loro battaglia contro i chili in eccesso.

Le persone coinvolte nello show hanno cercato l’aiuto professionale del chirurgo bariatrico di origine iraniana Younan Nowzaradan il quale è a capo di una clinica specializzata a Houston, nello stato del Texas. Vi raccontiamo la storia di June McCamey.

“Vite al Limite”. Scopriamo che fine ha fatto June McCamey

Dr. Nowzaradan, Vite al Limite
Dr. Nowzaradan, Vite al Limite – Instagram

June McCamey è una donna di 43 anni, protagonista della quarta puntata della quarta stagione del programma “Vite al limite”. Giunta al peso straordinario di 268 kg, non ha dovuto fare molta strada per farsi visitare dal chirurgo Younan Nowzaradan poiché è originaria di Houston, città dove opera il celebre dottore televisivo.

Leggi anche >>> “Vite al Limite”. La ferità più grande l’ha portata all’aumento di peso. Il retroscena doloroso di una giovane di 24 anni

Nonostante la mole imponente, è ricordata per essere stata la paziente più “leggera” dell’intera stagione. June ha accumulato peso quando ha perso il figlio Mack a causa di una sparatoria. Il cibo era la sua unica consolazione e ciò che riusciva a darle gioia facendole dimenticare il suo profondissimo dolore anche se per un breve lasso di tempo.

Si è resa ben presto conto che il suo malsano stile di vita avrebbe potuto comportare l’allontanamento degli altri suoi figli di cui non riusciva più a prendersi cura. Inoltre, sarebbe andata incontro alla morte. Determinata a fare un cambiamento significativo nella sua esistenza, si è attenuta a diversi programmi dietetici ed esercizi fisici che le sono stati imposti dal dottor Nowzaradan per perdere immediatamente peso.

Per questo motivo, grazie al successo iniziale dei suoi sforzi, ha ottenuto il via libera per essere sottoposta a un intervento chirurgico di bypass gastrico. Durante l’anno in cui è stata seguita dalle telecamere di “Vite al limite” ha perso un’ingente quantità di peso riuscendo ad arrivare a 176 kg.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Vite al Limite”. Nel Guinness dei primati per essere la donna più pesante del mondo, sarebbe presto morta

Nel corso degli anni June ha continuato il suo viaggio verso la salute e il benessere; è riuscita a sconfiggere i suoi demoni e a concentrarsi su se stessa. Purtroppo, è noto che nel 2017 ha perso anche suo figlio Kenneth di soli 17 anni. É difficile immaginare quanto possa essere stato devastante per lei. La terapia psicologica l’ha aiutata ad affrontare il suo dolore e a mantenere una sorta di stabilità.

June McCamey Vite al limite
June McCamey Vite al limite – foto dal web

Sappiamo che ha affrontato un secondo intervento per la rimozione della pelle in eccesso e si è sposata nel 2019 in Arkansas con la fidanzata di nome Mary Washington. Vive attualmente a Seabrook, in Texas.