Massimo Giletti, dietrofront per “Non è l’Arena”? Cosa sta accadendo al noto programma

Giungono voci dai piani alti di La7 di un possibile dietrofront a partire da gennaio 2022 per il noto programma televisivo condotto da Massimo Giletti.

Non è l'Arena torna alla domenica
(Instagram)

Durante la scorsa estate il programma aveva già subito un cambio di assetto, a quanto pare proposto dallo stesso Giletti con l’intenzione di dare al talk un taglio di inchiesta giornalistica più forte e conciso. Ma quindi a cosa si deve questa scelta di un “ritorno alle origini”? A un traffico non indifferente di appuntamenti che hanno messo Non è l’Arena nelle condizioni di dover competere con programmi come Chi l’ha visto? su Rai 3 e la fiction di Canale 5 Zona Bianca. Da non dimenticare, poi, la concomitante presenza del calcio tra partite di Champions League, gare della Nazionale e turni di Serie A.

Il dietrofront: La 7 propone di nuovo la domenica

Non è l'Arena t
(Instagram)

Fin dalla sua nascita l’appuntamento settimanale di Massimo Giletti ha dovuto sottostare a innumerevoli cambiamenti, questo per fare in modo che il programma incentrato sull’attualità, con particolare attenzione alla situazione sociale e politica del nostro Paese, avesse i riflettori puntati contro.

Non è l’Arena, nato nel 2017, doveva inizialmente andare in onda il mercoledì, ma poi, di comune accordo, l’editore di La 7 e Giletti hanno optato per la domenica, con l’intenzione di voler sfidare, come dichiarato dallo stesso conduttore, il programma Che tempo che fa di Fabio Fazio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –>“Caduta libera”, Gerry Scotti senza freni contro il concorrente: “Dio li fa e poi…”. Cosa è successo?

Dalla domenica si è passati poi al mercoledì la scorsa estate, sempre in prima serata ma con una durata più breve: oltre un’ora in meno rispetto alla messa in onda della domenica.

Una scelta azzardata fin dal primo momento, tant’è che anche lo stesso Giletti aveva avanzato qualche perplessità: “Capisco che per La7, che aveva trovato nella domenica dei riscontri numerici pazzeschi, rischiare è sempre complicato. Io sono uno che rischia, nella vita ho sempre rischiato. Non ho mai voluto vincer facile. Il primo anno che Floris passò dalla Rai a La7 fece il 4,38%, i primi mesi. Per me, quello è il mio obiettivo. Noi partiamo da zero, in un contesto difficile”.

Con il nuovo anno si tornerà di nuovo alla domenica? Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –>Barbara D’Urso, la perdita devastante annunciata a “Pomeriggio 5”: “Non riesco a non pensarci”