Quarta ondata piega la Germania: il Paese piange 100mila vittime

100mila morti a causa del Covid-19: la notizia trova conferma negli ultimi dati dell’Istituto federale Robert Koch. 

Ospedale
(Richard Revel – Pixabay)

Anche la Germania raggiunge i 100.000 morti da SARS-CoV-2. La triste notizia trova conferma negli ultimi dati dell’Istituto federale Robert Koch, rilasciati questo giovedì 25 novembre. Stando a quanto si apprende dalla fonte ufficiale, nel Paese è scattata l’emergenza. I numeri crescono a ritmi insostenibili per gli ospedali, ormai già saturi nei reparti di terapia intensiva. Cifre da record anche per le infezioni: 75.961 in totale nelle ultime 24 ore; 351 le vittime di oggi. Mentre la prima potenza economica europea cerca un nuovo volto politico, la società è totalmente piegata alla rapidità imprevedibile e devastante della pandemia.

NON PERDERTI ANCHE >>> Missione DART: la NASA avvia l’operazione spaziale di difesa planetaria

Germania in crisi, Olaf Scholz: “La situazione è grave”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Olaf Scholz (@olafscholz)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Raid di Israele contro la Siria: 4 vittime, tra queste 2 civili, e 7 feriti

Nello specifico, l’autorità sanitaria federale (RKI) ha contato esattamente 100.119 morti a causa del coronavirus. Nel comunicato di questo giovedì (25 novembre), il nuovo record colpisce anche l’incidenza, la cui impennata ha raggiunto i 419,7 casi per 100mila abitanti. Si trattano di cifre altamente preoccupanti, la cui crescita fa temere un’ulteriore saturazione delle cliniche nelle prossime settimane. La situazione continua a peggiorare progressivamente; specialmente da mercoledì (24 novembre), quando l’incidenza settimanale ha superato la soglia dei 400 contagi ogni 100mila abitanti.

Appena costituito, il “semaforo acceso della nuova coalizione di governo – dagli iconici colori dei partiti: il rosso dei Socialdemocratici (SPD), il giallo dei Liberali (FPD) e il verde degli Ecologisti – prenderà le redini della Germania a inizio dicembre, ma avrà già molto da fare tra misure di contenimento del virus e accelerazione della campagna vaccinale. “La situazione è grave.”, ha riferito questo mercoledì Olaf Scholz, cancelliere in pectore del governo socialdemocratico. Tuttavia, mentre alcuni Paesi preferiscono estendere il lockdown a vaccinati e non, ad esempio l’Austria; per il momento il nuovo esecutivo esclude in toto la pista del confinamento nazionale.
ospedale
Ospedale (Getty Images)

Secondo quanto riportano i media locali, il nuovo governo si concentrerà su altre misure contenitive per arginare l’epidemia, quali l’estensione del green pass nel settore dei e della ristorazione, nonché la restrizione dell’accesso ai luoghi culturali per i non vaccinati.