Tragedia in una miniera di carbone: almeno 14 morti e oltre 40 feriti

14 vittime e 49 persone trasportate d’urgenza in ospedale: questo è il tragico bilancio dell’incidente in Siberia.

Almeno 14 vittime e oltre 40 feriti: questo è il drammatico bilancio dell’incidente di giovedì mattina (25 novembre) in una miniera di carbone in Siberia. La notizia trova conferma nei media locali, le cui fonti precisano che al momento della tragedia erano in servizio 285 minatori. Secondo quanto hanno riferito le autorità, intorno alle 08:35 ora locale (01:35 GMT) è arrivata la segnalazione circa la presenza di fumo nel giacimento di Listviajnaya, nella città di Gramoteïno, nella regione siberiana di Kemerovo, nota per le sue ricche miniere di carbone.

NON PERDERTI ANCHE >>> Quarta ondata piega la Germania: il Paese piange 100mila vittime

Possibile la pista delle morti bianche per inosservanza delle normative sulla sicurezza sul lavoro

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Germania: la nuova coalizione segna la fine dell’era Merkel

L’informazione collima con le ultime dichiarazioni delle autorità della regione russa di Kemerovo, le quali hanno confermato l’ultimo aggiornamento: sono almeno 14 le persone che hanno perso la vita, 49 i feriti, tra questi 4 in gravissime condizioni; tutti trasferiti d’urgenza in ospedale. Molti di loro sono stati urgentemente evacuati per l’alto rischio di deflagrazioni a causa dell’elevata concentrazione di gas. “Stando agli ultimi dati, nella miniera al momento dell’incidente si trovavano 285 minatori, 237 dei quali sono stati prelevati e riportati in superficie. […] Nella miniera ci sono ancora 49 minatori intrappolati. Alle 15.05, 9 di loro sono stati dichiarati morti.”, precisa un comunicato dell’amministrazione regionale citato da Interfax.

L’incidente è avvenuto la mattina di questo giovedì (25 novembre). Secondo le primissime ricostruzioni riportate dalle fonti locali, la causa principale del dramma risiederebbe in un’esplosione avvenuta a circa 250 metri di profondità. Tuttavia, il comitato investigativo russo precisa che circostanze e dinamiche dell’incendio sono ancora da appurare. In merito, gli ispettori, coadiuvati dalla procura regionale, hanno annunciato l’apertura di un’indagine penale con l’accusa di violazione delle norme di sicurezza sul lavoro in impianti industriali considerati pericolosi. Difatti, almeno 40 km di tunnel sono già stati ispezionati e il risultato dell’analisi conferma la presenza di fumo in un pozzo di ventilazione del complesso minerario.

polizia russa
Polizia russa (Getty Images)

Non è la prima volta che la miniera di Listviajnaya è teatro di una tragedia simile. Nell’incidente dell’ottobre 2004 un’esplosione di metano uccise 13 persone.