Checco Zalone, il comico del popolo che ha preso in giro tutti. Il retroscena inaspettato

Checco Zalone. Il comico pugliese era destinato a fare una carriera ben diversa da quella che l’ha portato alla fama. Cosa si cela dietro l’immagine d’ingenuo sempliciotto

Checco Zalone
Checco Zalone – Foto da Instagram

Dal palco di “Zelig” a campione di incassi del cinema nazionale. Checco Zalone, comico pugliese classe 1977, lo scorso anno ha “salvato” da solo l’industria della settima arte nostrana grazie al film “Tolo Tolo”, uscito nelle sale poco prima dello scoppio della pandemia.

Secondo le statistiche, le perdite del settore cinematografico sono state più contenute  rispetto a quelle degli altri ambiti dello spettacolo (teatro, concerti, danza…) proprio grazie alla sua opera che ha incassato ben 46,2 milioni di euro al botteghino.

Checco Zalone: la curiosità sul suo passato che non vi sareste mai aspettati

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Prime Video Italia (@primevideoit)

Checco Zalone è il nome d’arte scelto da Luca Pasquale Medici, nato a Capurso in provincia di Bari. Nel suo dialetto, infatti, l’espressione “che cozzalone” significa letteralmente “che tamarro”.

Leggi anche >>> Checco Zalone, le avances alla nota attrice: lei lo respinge, ma poi…

Il comico gioca molto con il suo alter ego, un personaggio popolare, a volte ingenuo, ma anche sfrontato e sempliciotto. Inoltre, è evidente nelle sue opere la tagliente invettiva contro l’italiano medio e la società moderna in cui è totalmente immerso.

Questo rende Checco Zalone un comico versatile, apprezzato sia da chi vuole farsi una risata senza avere troppi pensieri, sia da un pubblico più colto e attento alle dinamiche che intercorrono nel mondo di oggi.

Ci ha preso tutti bonariamente in giro. Bisogna, infatti, fare una netta distinzione fra chi sia Checco e chi sia veramente Luca Medici: due realtà in unico corpo, completamente differenti. Il primo è una macchietta, il secondo, invece, è un professionista che nella vita era destinato a fare ben altro.

Pochi sanno, infatti, che il comico, dopo aver conseguito il diploma presso il liceo scientifico Sante Simone di Conversano, si è laureato in giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Non solo, ha partecipato ai concorsi da vice ispettore di polizia e all’INAIL, venendo (fortunatamente) bocciato. Ebbene sì, probabilmente ciò che all’epoca è sembrato un ostacolo nel suo percorso di vita l’ha portato essere uno showman a tutto tondo, apprezzato in lungo e in largo nello Stivale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Raimondo Todaro e Francesca Tocca, la notizia che sconvolge i fan: “È un argomento delicato”

Ci ha allietato durante i mesi più bui con le canzoni goliardiche “L’immunità di gregge” e “La Vacinada” in cui collabora con la diva e premio Oscar Helen Mirren.

Checco Zalone
Checco Zalone – Foto da Instagram

Avreste mai immaginato un retroscena così insolito?