Allarme per i negozi di lusso: il fenomeno dei furti in stile flash mob

Il recentissimo trend di massa (bande organizzate) sta preoccupando i grandi commercianti americani: il bottino delle ultime settimane.

 

Allarme rosso per alcune catene di lusso della California, negli Stati Uniti, dove, nelle ultime settimane, bande organizzate hanno fatto irruzione in alcune vetrine per derubare prodotti di considerevole valore. Nonostante il fenomeno non sia sconosciuto agli occhi degli americani, le rapine flash mob stanno registrando un sensibile aumento con l’avvicinarsi del periodo delle festività natalizie. Il furto più recente risale allo scorso sabato, 20 novembre, quando una folla indistinta, circa un’ottantina di persone, ha invaso i corridoi di un centro commerciale vicino a San Francisco, svaligiando il noto brand Nordstrom, catena americana di grandi negozi di abbigliamento e calzature di moda, borse, gioielli di lusso, accessori, cosmetici e profumi.

NON PERDERTI ANCHE >>> Tragedia ad alta quota, elicottero si schianta: 3 morti, 1 ferito

Tre persone arrestate: le identità dei rapinatori

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Autobomba vicino a una scuola della capitale: 8 morti, 17 feriti

Stando a quanto si apprende dai media locali, a pochi minuti dalla chiusura del negozio, un dipendente di Nordstrom è stato aggredito con lo spray al peperoncino; un altro minacciato con un coltello e altri due colpiti o presi a pugni. Quel giorno sono stati rubati beni per un valore di circa 100.000 dollari (88.350 euro). “C’era una folla di persone e polizia che entrava, era come se si stesse assistendo a una scena da un film, era folle.”, ha riferito ai media il testimone Brett Barrett. L’informazione trova conferma nell’ultima dichiarazione del tenente della polizia di Walnut Creek Holley Conners:

“Abbiamo ricevuto segnalazioni di persone incappucciate, con maschere e abiti scuri, dirigersi verso Nordstrom bloccando le strade con le loro auto, usando piedi di porco per assaltare il negozio di lusso.” La polizia locale ha riferito che le targhe delle auto dei ladri, circa 25, erano tutte parzialmente coperte: i sospetti sono pertanto riusciti a fuggire; solo tre persone sono state arrestate. Dana Dawson, 30 anni, Joshua Underwood, 32 anni, e Rodney Robinson, 19 anni, sono stati fermati dagli agenti di polizia di Walnut Creek: i tre sono accusati di cospirazione, furto con scasso e rapina organizzata.

Polizia Usa
(Getty Images)

È stato davvero difficile da gestire.” – ha confessato l’ex commissario di Filadelfia Charles Ramsey – “Attualmente stiamo tenendo sotto controllo i social media: le principali piattaforme utilizzate dai criminali per organizzare le rapine.”