Si accascia dopo un’immersione al lago: sub muore colpito da un malore

Un sub di 75 anni è morto ieri pomeriggio alla Baita al Lago di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, subito dopo un’immersione. Inutili i soccorsi.

Eliambulanza
Eliambulanza (karapiru – Adobe Stock)

Doveva essere una giornata spensierata al Lago, ma si è trasformata rapidamente in tragedia. Un uomo di 75 anni è morto nel pomeriggio di ieri a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, dopo un’immersione. Il 75enne dopo essersi immerso, ha accusato un malore ed è stato portato a riva dall’istruttrice che ha provato a rianimarlo, tentativi proseguiti poi dal personale medico del 118. Purtroppo, tutti gli sforzi sono risultati vani.

Treviso, tragedia al Lago: sub di 75 anni muore subito dopo un’immersione

Soccorsi
Soccorsi (wellphoto – Adobe Stock)

Aveva 75 anni Adriano Albertin, il pensionato di Selvazzano Dentro (Padova), deceduto ieri pomeriggio, domenica 28 novembre, alla Baita al Lago di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto si ribalta lungo la statale: uomo di 42 anni perde la vita

Albertin, riporta la redazione de Il Corriere Veneto, si era recato presso il bacino artificiale per prendere parte ad un corso di immersione insieme agli istruttori ed alcuni compagni. Poco dopo essersi immerso in acqua, a circa sei/sette metri di profondità, il sub 75enne avrebbe iniziato a star male ed è risalito subito in superfice. Portato da un’istruttrice a riva, l’uomo si è accasciato al suolo privo di sensi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dramma in Questura: poliziotto si toglie la vita nel suo ufficio

Sul posto si è precipitata l’equipe medica del Suem 118 che ha proseguito le manovre iniziate dall’istruttrice con il defibrillatore. Considerata la gravità della situazione, è stata allertata e fatta atterrare anche un’eliambulanza per l’eventuale trasporto in ospedale. Purtroppo, però, ogni tentativo da parte dei soccorsi non è stato sufficiente a salvare la vita del pensionato, di cui è stato dichiarato poco dopo il decesso.

Carabinieri
Carabinieri (Shjmira – Adobe Stock)

Presso la riva del lago, riferiscono i colleghi della redazione de Il Corriere Veneto, sono arrivati anche i carabinieri che hanno avviato tutti gli accertamenti utili a chiarire i contorni del drammatico episodio.  In tal senso saranno sentiti i testimoni che si trovavano sul posto.