Austria, non solo lockdown: i no vax rischiano una multa di 7.200 euro

Di fronte alla corsa della nuova variante, l’Austria non demorde e inasprisce le normative a favore dell’accelerazione vaccinale.

AstraZeneca trombosi
Ospedale (Getty Images)

La nuova variante Omicron non incute timore alle autorità dell’Austria. Il Paese non demorde e continua la lotta contro la pandemia acuendo le restrizioni di prevenzione SARS-CoV-2. Dopo l’estensione del lockdown anche ai vaccinati, l’Austria è pronta a tutto per favorire l’accelerazione della campagna vaccinale. Mentre l’esecutivo conferma la data dell’obbligo del vaccino al primo febbraio 2022 il nuovo disegno di legge prevede sanzioni davvero severe con riferimento all’inosservanza delle future normative vigenti.

NON PERDERTI ANCHE >>> Incendio in un immobile occupato a Barcellona: famiglia stroncata

Austria: i non vaccinati rischiano 7.200 euro di multa

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vienna 🇦🇹 (@vienna_austria)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Variante Omicron: BionNTech lavora sulla dose di richiamo specifico

Interamente confinata dallo scorso lunedì 22 novembre, l’Austria vorrebbe incrementare considerevolmente il suo basso tasso di vaccinazione, bloccato al 66% della popolazione. Tra le proposte avanzate dai vertici vi sarebbe pertanto un nuovo disegno di legge, secondo quanto riporta il sito euractiv.com. Se entrerà in vigore, la bozza del governo stabilirà una multa salatissima per i no vax. Stando a quanto si apprende dalla fonte ufficiale, il decreto sarà presentato il 6 dicembre. La nuova normativa è tutta a favore dell’obbligo vaccinale: i no vax irremovibili potrebbero rischiare una multa da 3.600 euro; cifra che sarà raddoppiata in caso di inottemperanza; per raggiungere un valore complessivo di 7.200 euro. La misura è necessaria, ha riferito il ministro alla Salute Wolfgang Mueckstein. L’Austria non ha alternative.

Le autorità della Grecia hanno optato la stessa soluzione. Stando alle ultime dichiarazioni del premier ellenico, citato dal sito di Ekathimerini, anche il paese balcanico prevede di infliggere delle multe. Nello specifico, le sanzioni saranno imposte agli over 60 che rifiuteranno la somministrazione della dose anti-Covid-19. Gli anziani ribelli oltre il 16 gennaio non la passeranno liscia e dovranno pagare una multa mensile di 100 euro: lo ha annunciato questo martedì, 30 novembre, il Primo Ministro Kyriakos Mitsotakis. L’ammenda sarà automaticamente addebitata dall’Autorità Indipendente per le Entrate Pubbliche.

Covid Cts
Covid, ospedale (Getty Images)

Ancora pessima la situazione in Germania con altri 45.753 nuovi positivi e 388 vittime nelle ultime 24 ore.