Precipita dalla finestra della scuola: studente 14enne muore sotto gli occhi dei compagni

Uno studente di 14 anni è morto dopo essersi lanciato dalla finestra della scuola che frequentava a Ruvo di Puglia, in provincia di Bari.

Ambulanza
Ambulanza (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Si sarebbe lanciato dalla finestra della scuola sotto gli occhi di alcuni suoi compagni di classe. È morto così, dopo un volo di alcuni metri, un ragazzo di soli 14 anni. La tragedia si è consumata nella mattinata di ieri in un liceo scientifico di Ruvo di Puglia, in provincia di Bari. Inutili i tentativi di soccorso da parte dell’equipe medica che, giunta sul posto, non ha potuto far altro che constatare la morte dello studente. I carabinieri stanno ora cercando di far chiarezza sul drammatico episodio: l’ipotesi più accreditata è quella del gesto volontario.

Bari, cade nel vuoto sotto gli occhi dei compagni di classe: morto studente di 14 anni

Carabinieri
Carabinieri (Equatore – Adobe Stock)

Dramma nella mattinata di ieri, mercoledì 1 dicembre, a Ruvo di Puglia, centro in provincia di Bari. Un ragazzo di soli 14 anni è morto dopo essere precipitato dalla finestra del liceo scientifico che frequentava.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ragazzo in auto raggiunto da un proiettile: ricoverato in condizioni critiche

Lo studente, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, in base alle testimonianze dei compagni di classe che avrebbero assistito alla tragedia, come riporta Il Messaggero, sarebbe salito sul davanzale della finestra, sita al primo piano dell’edificio, e dopo qualche secondo si sarebbe lanciato nel vuoto. Un volo di alcuni metri che non gli avrebbe lasciato scampo.

Scattato l’allarme, presso l’istituto scolastico è arrivato lo staff sanitario del 118, ma ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano: ai medici non è rimasto altro che dichiararne il decesso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto finisce in un canale: morta giovane madre, gravi il marito e la figlia neonata

Intervenuti anche i carabinieri che hanno attivato le indagini per ricostruire gli ultimi attimi di vita del 14enne. I militari dell’Arma hanno ascoltato i testimoni ed il personale scolastico. L’ipotesi è quella di un suicidio, ma gli investigatori stanno lavorando per escludere quella di un tragico incidente. Alla base del gesto, secondo le testimonianze, scrive Il Messaggero, forse un brutto voto: poco prima, difatti, uno dei suoi professori aveva interrogato tutta la classe, ma trovandola impreparata aveva messo un 2 sul registro a tutti gli studenti. Quando il docente aveva lasciato la classe, terminata l’ora di lezione, il dramma che ha gettato nello sconforto l’intera scuola e la comunità di Ruvo di Puglia.

Il sindaco Pasquale Chieco sulla sua pagina Facebook ha commentato la tragedia esprimendo il proprio cordoglio per la famiglia del 14enne e la vicinanza ai compagni di classe e ai docenti.