Roma, Adrian Pascu ucciso a colpi di pistola nell’androne di un palazzo

E’ avvenuto oggi in un palazzo di via Francesco Maria Greco, zona Primavalle, periferia di Roma. Adrian Pascu, cittadino romeno di 30 anni, è stato trovato morto nell’androne. 

Un brutale omicidio che risulta ancora senza movente è avvenuto oggi nella periferia di Roma, zona Primavalle. La vittima è Adrian Pascu, giovane 30enne di origine romene, giunto in Italia da ormai diversi anni. Il giovane era già noto alle forze dell’ordine per alcune esperienze di furto passate.

Il suo corpo è stato trovato riverso a terra, nell’androne del palazzo vicino l’ascensore, in una pozza di sangue. A scoprire il corpo senza vita, il postino che stava entrando nel palazzo che ha subito avvisato le forze dell’ordine. L’uomo è stato colpito tre volte, una al fianco e due all’addome; i tre bossoli della pistola sono stati ritrovati sul pavimento.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Strage in Germania, 5 morti in una casa

 

Adrian Pascu nel 2014 aveva raccontato in tv la sua esperienza in carcere

Ad occuparsi delle indagini polizia e carabinieri che si sono subito mobilitati per venire a capo del delitto. La procura di Roma ha già aperto il fascicolo per l’omicidio dell’uomo.

Adrian Pascu aveva già diversi precedenti penali, ed era già ben noto alle forze dell’ordine. Gli accertamenti sul caso sono stati affidati ai poliziotti della Squadra Mobile che si occupano di condurre le indagini.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>>> Bollettino del 4 dicembre: i dati della pandemia di oggi in Italia

Nel 2014 Pascu era stato ospite del programma tv “Siamo noi” trasmesso su TV2000. Il ragazzo era stato invitato per parlare della sua esperienza, del periodo trascorso in carcere. Adrian è giunto in Italia all’età di 13 anni, senza genitori, completamente solo e da lì è stato facile per lui finire in cattivi giri, di conseguenza ecco arrivare l’esperienza del carcere che Pascu racconta con queste parole: “Sono arrivato a fare il ladro perchè avevo conosciuto un gruppo di connazionali che mi portarono sulla cattiva strada.”

L’omicidio risulta ancora irrisolto, senza movente nè spiegazione. Si spera di grazie alle indagini della forze dell’ordine di arrivare presto ad una svolta.