La casa degli orrori: rinvenuti 100 gatti morti nella dimora di un pensionato

Alcuni felini erano stati rinchiusi in delle scatole di plastica o legno sigillate; alcuni sono stati divorati dagli altri.

La casa degli orrori: rinvenuti 100 gatti morti nella dimora di un pensionato
gatti (getty images)

Orrore a Nizza, dove sono stati rinvenuti un centinaio di gatti morti all’interno della stessa abitazione. Secondo quanto riporta Nice Matinle carcasse dei felini sono state scoperte nella casa di un pensionato nelle Alpi Marittime, nel sud della Francia. Stando a quanto riportano i principali media francesi, i corpi senza vita degli animali sono stati scoperti dopo il ricovero in ospedale dell’81enne.

NON PERDERTI ANCHE >>> Sudafrica: morto il veterano anti-apartheid Ebrahim Ismail Ebrahim

Salvati 20 gatti, ritrovati in deplorevoli condizioni di salute

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Scandalo a Westminster: ritrovate tracce di cocaina in Parlamento

L’agghiacciante scoperta risale a questa domenica 5 dicembre: almeno un centinaio i gatti ritrovati senza vita in un’abitazione a Nizza. A lanciare l’allarme è stata la nipote dell’anziano signore, la cui segnalazione è arrivata alle associazioni per la difesa degli animali. Stando a quanto si legge dalle fonti ufficiali, il terrore non si limita alle mura domestiche: gli ispettori hanno rilevato altri cadaveri intorno al perimetro della casa.

Circa 100 gatti morti sono stati trovati dentro e intorno alla casa dell’81enne. Ma c’erano anche resti di scoiattoli, di topi e persino la mascella di un cane. La maggior parte dei gatti erano morti quando sono stati riposti in queste scatole, ma si ipotizza che almeno due possano essere stati rinchiusi vivi.“, ha spiegato Philippe Desjacques, presidente dell’associazione La Tribu du Fourmilier. La maggior parte dei felini è stata rinchiusa in casse di plastica o legno sigillate; i restanti felini sono stati divorati dagli altri. 20 gatti sono stati salvati dai veterinari e dai volontari delle associazioni animaliste. I poveri animali sono stati ritrovati in deplorevoli condizioni di salute: rachitici, malati o malnutriti.

Al momento restano ignote cause e circostanze dell’accaduto. Tuttavia, spiega Philippe Desjacques, l’accumulo compulsivo di animali è da considerare come una vera patologia. Il paziente soffriva difatti della Sindrome di Noé, disturbo comportamentale simile alla Sindrome di Diogene. Questa ossessione comporta l’accumulo compulsivo di animali in casa trascurando sia le attenzioni di cui necessitano sia l’igiene domestica.

La casa degli orrori: rinvenuti 100 gatti morti nella dimora di un pensionato
gatti (getty images)

In merito, le associazioni intendono avviare un’indagine e sporgere denuncia per maltrattamento o negligenza verso animali.