Sampdoria, arrestato il presidente Ferrero: inchiesta per reati societari e bancarotta

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta per reati societari e bancarotta.

Massimo Ferrero
Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero (Getty Images)

La Guardia di Finanza, secondo quanto riporta la redazione di Open, avrebbe arrestato il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero. La misura sarebbe stata disposta nell’ambito di un’inchiesta, condotta dalla Procura di Paola, per reati societari e bancarotta che vede coinvolte anche altre cinque persone, finiti agli arresti domiciliari. Il numero uno del club blucerchiato sarebbe stato, quindi, trasferito in carcere. Nell’inchiesta non risulta essere coinvolta la società calcistica ligure.

Sampdoria, inchiesta per reati societari e bancarotta: arrestato il presidente Ferrero

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza (mino21 – AdobeStock)

Nelle scorse ore, il numero uno della Sampdoria, Massimo Ferrero, sarebbe stato arrestato e trasferito in carcere. Il provvedimento, eseguito dai militari della Guardia di Finanza, è stato emesso in seguito ad un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Paola (Cosenza) per reati societari e bancarotta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Plusvalenze: Il caso Zaniolo al centro della bufera

Nell’inchiesta, secondo quanto riportano i colleghi della redazione di Open, risultano essere coinvolte altre cinque persone, per le quali sono scattati gli arresti domiciliari. Tra queste ci sarebbero la figlia ed il nipote del produttore cinematografico. Non risulta, invece, coinvolta la società blucerchiata.

Nei giorni scorsi era trapelata una notizia, riportata da Repubblica, secondo la quale il presidente blucerchiato rischiava un nuovo processo per bancarotta fraudolenta. Nel mirino degli inquirenti era finito il trasferimento di Pedro Obiang, ceduto dalla Samp al West Ham per 6,5 milioni di euro nel 2015. Secondo gli investigatori, questo denaro era stato utilizzato poi per operazioni estranee alla società calcistica, ossia per l’acquisto di un’azienda cinematografica, amministrata dalla figlia di Ferrero. Il giudice, scrive Open, non aveva ravvisato reati, ma era stato richiesto un approfondimento della Procura per la verifica di “eventuali vantaggi”.

Massimo Ferrero
Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero (Getty Images)

Un fulmine a ciel sereno per la Sampdoria che in campionato non naviga in buone acque. I blucerchiati, sconfitti ieri dalla Lazio in casa per 3-1, si ritrovano poco sopra la zona retrocessione e nelle ultime ore i rumors su un possibile esonero del mister Roberto D’Aversa si sono susseguiti: decisivo per il suo futuro potrebbe essere il derby di venerdì contro il Genoa.