“Vite al Limite”. Un’esistenza sotto il segno delle dipendenze. Quello che è successo dopo è incredibile

“Vite al Limite”. Scopriamo il percorso doloroso di Kirsten Perez, paziente patologicamente obesa del chirurgo Younan Nowzaradan

Kirsten Perez Vite al Limite
Kirsten Perez Vite al Limite – Foto dal web

“Vite al limite” è un programma che documenta il percorso di alcuni individui mentre cercano di perdere peso e diventare una versione migliore e più sana di se stessi. Il reality show rappresenta puro intrattenimento per i telespettatori ma le persone che vi partecipano hanno concretamente dovuto affrontare gravissimi problemi per disfarsi dei chili in eccesso.

Le loro malsane abitudini nei confronti del cibo, infatti, sono spesso dettate da traumi psicologici pesanti. Tutti sono alla ricerca di aiuto e si affidano alle cure del medico iraniano ma con passaporto statunitense Younan Nowzaradan. Vi raccontiamo la storia di Kirsten Perez.

“Vite al Limite”. Scopriamo che fine ha fatto Kirsten Perez

Dr. Nowzaradan, Vite al Limite
Dr. Nowzaradan, Vite al Limite – Foto da Instagram

Kirsten Perez è una donna di 38 anni, originaria di Longview nello stato di Washington, giunta al peso incredibile di 278 kg. É apparsa nella quarta puntata della quinta stagione di “Vite al limite”. Nell’episodio che l’ha vista protagonista ha raccontato quanto la vita sia stata dura per lei. Queste sono state le sue parole: “Vorrei solo andare a dormire e non svegliarmi più. Mi sento come se fossi prigioniera di tutto questo grasso e io sono la mia stessa carnefice”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “Vite al Limite”. Nel Guinness dei primati per essere la donna più pesante del mondo, sarebbe presto morta

I suoi problemi di dipendenza sono dovuti ai traumi subiti con la sua famiglia. In passato ha fatto anche abuso di droghe, fumava erba e faceva utilizzo di acidi e metanfetamine. Non riusciva a darsi un freno dall’ingurgitare cibo spazzatura. I suoi genitori la facevano sentire rifiutata; nessuno sapeva come aiutarla.

Alla fine quindi ha deciso di incontrare il dottor Nowzaradan per avere il supporto di cui aveva bisogno. Kirsten ha raccontato, inoltre, di essere stata violentata quando aveva solo 17 anni e quella vicenda è la ragione che ha causato gran parte del suo dolore.

Per questo motivo il dottor Nowzaradan le ha consigliato di intraprendere una terapia contemporanea con uno psicoterapeuta. Le sessioni hanno aiutato Kirsten ad andare avanti e a perdere i primi chili da sola, quindi a ricevere successivamente l’approvazione per l’intervento chirurgico di bypass gastrico.

Leggi anche >>> “Vite al Limite”. Costretta a letto per un periodo assurdo di 12 anni a causa del peso. Che fine ha fatto oggi

Alla fine della puntata in cui è stata protagonista, la paziente ha raggiunto il peso di 200 kg: 78 kg in meno dall’inizio. Tuttavia, non ha smesso di combattere e ha documentato i suoi progressi sui social network, in particolare su Facebook.

Kirsten Perez Vite al Limite
Kirsten Perez Vite al Limite – Foto dal web

É tornata a Washington e la sua forma è decisamente migliorata.