Professore universitario ucciso nella sua auto: indagini in corso

Un professore universitario di 52 anni sarebbe stato ucciso a colpi d’arma da fuoco all’interno della sua auto, ritrovata in un parcheggio nei pressi delle Saline di Tarquinia (Viterbo).

Carabinieri
Carabinieri (mino21 – Adobe Stock)

Nel pomeriggio di ieri a Lido (Viterbo), un professore universitario di 52 anni è stato rinvenuto senza vita all’interno della sua auto, in un piazzale. A lanciare l’allarme un passante. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 ed i carabinieri. Secondo i primi accertamenti degli investigatori, l’uomo sarebbe stato assassinato a colpi d’arma da fuoco mentre era in auto.

Viterbo, professore universitario ucciso in auto a colpi d’arma da fuoco: indagini in corso

Ambulanza
Ambulanza (nikhg – Adobe Stock)

Dramma a Tarquinia Lido, frazione del comune di Tarquinia, in provincia di Viterbo, dove nel pomeriggio di ieri, martedì 7 dicembre, un uomo è stato ritrovato privo di vita all’interno della sua vettura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Perde il controllo dello scooter e si schianta contro un palo: muore padre di due figli

La vittima è Dario Angeletti, 52enne professore dell’università della Tuscia. Stando a quanto riferiscono varie fonti locali e la redazione de Il Corriere della Sera, un passante avrebbe notato il corpo senza vita del 52enne nella Volvo, ferma in un parcheggio adiacente le Saline di Tarquinia. Lanciato l’allarme, sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118 ed i carabinieri. I medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso del docente, trovato seduto al lato guida della vettura con la cintura allacciata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Escursionista disperso da giorni in montagna: si concludono tragicamente le ricerche

Sul corpo sarebbero state rinvenute ferite compatibili con colpi d’arma da fuoco, una delle quali alla nuca. Secondo i militari dell’Arma, che hanno attivato le indagini, scrive Il Corriere della Sera, Angeletti sarebbe stato ucciso a colpi d’arma da fuoco, esplosi dall’esterno del veicolo. I carabinieri hanno anche trovato delle frenate sul terreno, lasciate forse dall’auto del docente. Gli inquirenti ipotizzano che il 52enne probabilmente stava fuggendo da qualcuno che lo stava inseguendo.

Carabinieri
Carabinieri (Federico – Adobe Stock)

Per chiarire quanto accaduto, le forze dell’ordine hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza poste in zona da cui potrebbero emergere maggiori dettagli. Nella notte sono state effettuate alcune perquisizioni domiciliari.