Armocromia, i falsi miti sulla scelta dei colori adatti al tuo viso

L’armocromia è l’analisi cromatica dal vivo per individuare il colore che meglio si presta al viso di ognuno, scopriamo i falsi miti

Makeup
Makeup-foto pixabay

Esiste una regola per cui il sottotono detterebbe la scelta dei colori caldi, oppure di quelli freddi. Chi ha vene verdi e labbra aranciate, ha sottotoni caldi e invece chi ha vene viola-blu e labbra rosa ha sottotoni freddi. Non sempre però i colori delle vene e delle labbra coincidono. Pertanto l’unico modo infallibile per capire il colore che sta meglio sui toni del proprio viso, è di fare un’analisi cromatica dal vivo. 

L’armocromia e tutti i falsi miti che la riguardano

Incarnato
Incarnato-foto pixabay

Bisogna intanto fare una distinzione tra il sottotono che indica il colore di fondo dell’incarnato e il sovratono che è il colore che si vede sulla pelle. Il giallo, rosa, olivastro, lattea e ambrata sono i colori che può avere la pelle normalmente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>“Beauty queen” Eleonora Incardona sensuale anche post corsa, che forme – FOTO

Tuttavia può anche non esserci una correlazione tra il sottotono e il sovratono, se l’incarnato è giallo si può pensare ad un sottotono caldo ma potrebbe anche essere freddo. Questo era il falso mito sul sovratono. Ora scopriamo quello sul colore degli occhi. Le sfumature dei capelli e occhi sono spesso opposte al sottotono.

Gli occhi verdi ad esempio non sempre indicano un sottotono caldo. C’è chi ha gli occhi azzurri per esempio, ma ha colori dell’incarnato che appartengono alla stagione autunno. Un’altro falso mito è sui capelli rossi. Molti tendono ad ascoltare i parrucchieri che affermano di vedere in loro sfumature rosse e quindi decidono di assecondarle.

Ma avere delle sfumature leggermente ramate non vuol dire affatto avere un sottotono caldo, pertanto potrebbe non essere il colore più indicato. Il prossimo falso mito riguarda il dorato che illumina tutte. Non è così. Tutte le donne adorano i colpi di sole dorati, ma non stanno bene in tutti i casi. Chi ha un’incarnato rosa che tende al rossore non sta bene con sfumature dorate. Un esempio è Anne Hathway che ha un incarnato che appartiene alla stagione Inverno e non si sposa con il biondo.

Molti credono che le mediterranee siano tutte di sottotono caldo. Non è vero questo. Le castane scure o more con la pelle olivastra non sono affatto tutte calde. Maria Grazia Cucinotta è un esempio di olivastra lunare ed è quindi valorizzata da colori freddi. L’abbronzatura è un’altro punto focale. Il colore dell’abbronzatura indica se il sottotono è freddo o caldo, non è l’intensità a indicarlo. Chi ha un sottotono caldo, assume un colore ambrato o marroncino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>ClioMakeUp, dalla dieta allo sport: la nuova vita dell’imprenditrice beauty

Mentre le fredde assumono tonalità più rossicce con un’abbronzatura non omogenea e poco duratura. Non bisogna mai paragonarsi poi ai personaggi famosi anche se ci si ritiene simili a livello di colore. Le attrici o modelle vengono fotografate in versione calda e fredda di continuo, a meno che quindi non si vedano dal vivo è difficile decretarne i colori. Un’altro falso mito in cui cadono tutte, è il colore nude per le labbra.

Labbra
Labbra-foto pixabay

È un errore pensare che stia bene su tutte. Il fatto che sia un colore neutro non vuol dire infatti che stia bene su tutti gli incarnati. Esistono diversi tipi di nude, rosa antico ad esempio e marroncino. Il primo sta meglio sugli incarnati freddi mentre il secondo sui sottotoni caldi. L’ultimo falso mito riguarda la palette colori personale. Scegliere sempre e comunque colori che vi piacciono.