Allarme Covid, il direttore dell’OMS: “tsunami di contagi Omicron e Delta”

La prossima impennata dei contagi è stata annunciata da Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS: le sue previsioni.

Allarme Covid, il direttore dell'OMS: "tsunami di contagi Omicron e Delta"
Tedros Adhanom, direttore generale dell’OMS (Getty Images)

Continua senza sosta la corsa del coronavirus a livello mondiale. Seppur a velocità differenti e nella veste di innumerevoli varianti, a due anni dalla sua origine il SARS-CoV-2 conferma più che ma la sua presenza nella comunità internazionale, destando seria preoccupazione per i suoi ritmi imprevedibili. Di fronte a nuove ondate e impennate di nuove infezioni, la paura si incresta. Le ultime notizie non sono rosee da nessuna parte del mondo: le festività natalizie hanno peggiorato la situazione pandemica a livello internazionale. Dal direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, le previsioni non sono altrettanto rosee. Resta alta l’allerta delle varianti Omicron e Delta.

NON PERDERTI ANCHE >>> Spazio, tensione Cina-USA: Pechino accusa Elon Musk di una quasi collisione

Tedros Adhanom Ghebreyesus: “uno tsunami di casi”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tedros Adhanom Ghebreyesus (@drtedros)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Allerta nel Paese: 100 decessi per una malattia sconosciuta 

L’urgenza sanitaria è alle porte: i nuovi casi permeranno sulla schiena degli operatori sanitari, già esausti, e condurrà clinice e intere strutture sanitarie “sull’orlo del collasso“. L’allarme coronavirus è stato lanciato questo mercoledì 29 dicembre dal direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus durante una conferenza stampa.

Il virus esiste e continua a circolare pericolosamente e “continuerà a evolvere e minacciare i nostri sistemi sanitari se non miglioriamo la risposta collettiva.“, ha denunciato il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. L’esperto ha sottolineato il carattere di emergenza internazionale con riferimento alle due minacce gemelle, le varianti Omicron e Delta, che stanno letteralmente piegando il Pianeta con infezioni sempre più numerose e persistenti. Di fronte a inarrestabili casi di contagio, nuove ondate e nuovi di ospedalizzazioni e decessi, la situazione è a un punto di non ritorno. Le parole del direttore sono chiare e poco rassicuranti: “Sono molto preoccupato per il fatto che Omicron, variante più contagiosa che si sta diffondendo insieme con la Delta, sta provocando uno tsunami di casi.”

Secondo quanto dichiarato dal portavoce dell’OMS: “Le persone non vaccinate sono molto più a rischio di morte rispetto a quanto lo erano con le altre varianti.” La campagna vaccinale resta pertanto l’unico strumento atto a garantire l’eliminazione preventiva del virus, la cui variante “Omicron si muove così rapidamente che, in aggiunta alle vaccinazioni, servono misure sociali di salute pubblica per arginare l’ondata di contagi, proteggere il personale sanitario, mantenere le società aperte e i ragazzi a scuola.” Un’altra strategia da adottare è l’estensione delle somministrazioni alle comunità più vulnerabili che non hanno ancora ricevuto i vaccini”, nonché abolire “la disinformazione”, che “indebolisce la scienza e la fiducia negli strumenti sanitari salvavita“.

Allarme Covid, il direttore dell'OMS: "tsunami di contagi Omicron e Delta"
Tedros Adhanom, direttore generale dell’OMS (Getty Images)

Le preoccupanti ondate presenti in Europa e altrove sono anch’esse figlie di una disinformazione che ha innescato una generale sfiducia nella vaccinazione che si è concretizzata in un elevatissimo numero di vittime tra i novax.