Roma, stalking all’ex: braccialetto elettronico e divieto di avvicinamento

Stalking verso la ex compagna. Divieto di avvicinamento e braccialetto elettronico per l’uomo

Stalking
(Getty Images)

Pedinamenti, minacce sui social, auto danneggiata e lapide del padre imbrattata. Sono solo alcuni dei soprusi che una donna di Tivoli ha dovuto subire da parte dell’ex compagno 50enne. All’uomo, già conosciuto per passati episodi di stalking, sono stati notificati le misure di divieto di avvicinamento e applicazione di un braccialetto elettronico. Dopo l’applicazione del braccialetto elettronico all’uomo, la polizia ha dotato la donna di un telefonino con cui avvisare in tempo reale la polizia giudiziaria in caso di mancato rispetto dei provvedimenti da parte dell’ex.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Escursione culmina in tragedia: giovane muore sotto gli occhi della fidanzata

Pedinava e minacciava la ex, divieto di avvicinamento

Stalking
(Getty Images)

Gli Agenti della Polizia di Stato del commissariato di Tivoli hanno eseguito la misura del divieto di avvicinamento con l’applicazione di braccialetto elettronico nei confronti del 50enne. Le forze dell’ordine hanno adottato tali misure di sicurezza dopo dettagliate indagini che hanno attestato le condotte vessatorie e persecutorie dell’uomo nei confronti della sua ex compagna. La donna aveva infatti denunciato l’uomo a causa di diversi soprusi che aveva dovuto subire, tra cui minacce e violenze. Dopo la denuncia le forze dell’ordine hanno avviato le indagini. Accertate le condotte dell’uomo e scoperti continui pedinamenti che la donna ignorava.

Stalking
(Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Omicidio in pieno giorno: ragazzo ucciso a colpi d’arma da fuoco, grave l’amico

Il 29 dicembre sono state richieste, da parte del PM di Tivoli, le misure cautelari del divieto di avvicinamento alla donna e ai figli e dell’applicazione di in braccialetto elettronico all’uomo. La misura cautelare è stata subito emessa dal giudice per le Indagini Preliminari. La sera del 31 dicembre si è provveduto ad applicare all’uomo il braccialetto elettronico ed a fornire alla donna un telefonino con il quale avvisare in tempo reale le forze dell’ordine, nel caso in cui, da parte dell’uomo, dovesse esserci una violazione del provvedimento di divieto di avvicinamento. L’uomo è indagato del reato di atti persecutori previsto dall’art. 612 bis comma 1 e 2 c.p. a danno della ex compagna.