Massimo Ranieri convive con la solitudine: “mi mancano tanto”

Massimo Ranieri si è esposto a Domenica In, mostrando tutto il suo dolore per la mancanza delle due persone che sono state colonne portanti nella sua vita.

Massimo Ranieri ragazzo
Massimo Ranieri (instagramI

Giovanni Calone, in arte Massimo Ranieri, è uno dei maggiori esponenti della musica italiana. Anch’egli è stato soltanto un ragazzo che, provenendo da una famiglia di modeste condizioni economiche, ha cominciato a lavorare e suonare fin da giovane. Cantando in un bar, negli anni Sessanta, è stato notato dal discografico Gianni Aterrano. Il suo esordio a Sanremo avviene a soli 17 con i Giganti e il brano Da bambino. Torna sul palco dell’Ariston nel 1966 a fianco di Orietta Berti con Quando l’amore diventa poesia e, lo stesso anno, esce una delle sue canzoni più famose Rose Rosse. Negli anni a seguire scala le classifiche con tantissimi suoi brani, tra i più famosi: Perdere l’amore, Se bruciasse la città, Erba di casa mia e Vent’anni.

Massimo Ranieri: la paura del Covid e la sua vita oggi senza i genitori

Massimo Ranieri getty
Massimo Ranieri (getty)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Chi è questa bambina? Non la riconoscerete mai, oggi è una grande cantante

Massimo Ranieri è stato uno degli ospiti a Domenica In e, nel corso del programma, ha riportato alcuni particolari della sua vita. Riguardo al Covid ha raccontato di come egli viva la pandemia con una certa tensione. Il giorno di Capodanno, ha cantato a Terni, aveva la doppia mascherina ed era molto teso. Anche la conduttrice Mara Venier ha raccontato di aver passato il Capodanno con la mascherina tutta la sera a casa di Christian De Sica.

Il cantautore si è poi lasciato andare a un lungo ricordo doloroso legato alla sua famiglia. I genitori sono stati, infatti, per l’artista un punto chiave della sua vita e, nonostante siano passati anni dalla loro scomparsa, egli sente una vivida mancanza.

“Non si può capire la mancanza di questi pilastri, quando vanno via” afferma commosso Massimo Ranieri. “Quando vengono a mancare ti senti solo, ti manca la terra sotto i piedi” continua. In riferimento al padre dice che egli è stato la sua fortuna, in quanto lo ha sempre tenuto con i piedi per terra. Della madre ricorda con molta nostalgia le telefonate che lei gli faceva, almeno quattro al giorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gigi D’Alessio: va a gonfie vele la relazione con Denise Esposito. Rivelato il nome della donna più importante della sua vita

Massimo Ranieri instagram
Massimo Ranieri (instagram)

Mia mamma è morta da 5 anni, è bello vedere comparire la scritta “Mamma” sul cellulare, quando mio fratello mi chiama dalla casa dei miei genitori. Non l’ho mai cambiato” conclude.