Rivoluzione a Mediaset, dopo 17 anni un addio sofferto: la cancellazione è totale

Cambiamenti in vista in casa Mediaset. Dopo la modifica dei palinsesti arriva la decisione più sofferta. È finita un’epoca

Mediaset
Mediaset (Getty Images)

Non finiscono i cambiamenti in casa Mediaset. L’azienda della famiglia Berlusconi non si ferma e continua a rinnovare l’offerta televisiva. Diversi già gli aggiornamenti di palinsesto messi in atto negli ultimi mesi, dal ridimensionamento di Barbara D’Urso, al raddoppio di “Verissimo” anche alla domenica come lo slittamento di “Amici di Maria de Filippi” prima dell’appuntamento domenicale della Toffanin.

Solo alcune, queste, delle mosse per rinnovare l’offerta e cercare di vincere la concorrenza Rai sempre più spietata. Ora però arriva la notizia di una cancellazione, di un cambio drastico dopo ben 17 anni. Per gli utenti sarà un addio.

Mediaset, la cancellazione è realtà: il motivo

Pier Silvio Berlusconi
Pier Silvio Berlusconi (Getty Images)

Mediaset saluta alcuni dei suoi canali e li chiude per sempre. Sono cinque per la precisione e non sarà più possibile vederli su nessuna piattaforma, né tramite il digitale terrestre, in streaming e sul satellite. Si tratta dei canali Mediaset Premium che dopo 17 anni dalla loro nascita vengono chiusi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE — > Clamoroso retroscena sul “GF Vip”: “E’ entrata solo per…”. Sonia Bruganelli rivela l’imbarazzante verità

Premium Cinema 1, Premium Cinema 2, Premium Cinema 3, Premium Crime e Premium Stories non saranno più visibili in quanto il contratto tra il Biscione e Sky non è stato rinnovato. La scadenza è fissata al 1° aprile 2022 e da quel momento in poi ci sarà lo spegnimento totale dei cinque canali.

Il cambiamento è iniziato già da ieri: i canali in questione non si vedono più già su Sky e sul digitale terrestre dove era possibile vederli su LCN 313, 315, 316, 460 e 317. Premium Cinema, Premium Crime e Premium Stories sono ancora disponibili sulla piattaforma online a pagamento Infinity+ di Mediaset ma a breve spariranno anche da lì.

Le indiscrezioni su questa scelta erano iniziate a trapelare già dall’ottobre scorso e oggi se ne ha la conferma. Una decisione presa in seguito allo switch off al nuovo digitale terrestre DVB-T2 che non dona spazio a tutti i canali tv.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE — > “Io ne faccio due e poi sono morta” Elisabetta Gregoraci, esercizi con lato B in bellavista.Stefania Orlando risponde cosi – VIDEO

Mediaset
Mediaset (Getty Images)

Così Mediaset ha deciso di “sacrificare” quelli che non sono mai stati un vero e proprio fiore all’occhiello dell’azienda nonostante fossero nati come alternative alla pay tv.