Omicidio in pieno centro: allevatore freddato a colpi d’arma da fuoco

Stamane ad Oliena (Nuoro), un allevatore di 59 anni è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nei pressi della sua abitazione, vicino al Municipio. Sull’omicidio indagano i carabinieri.

Carabinieri
(Federico – Adobe Stock)

Un allevatore di 59 anni è stato assassinato questa mattina a Oliena (Nuoro). La vittima era appena uscita di casa, nei pressi del Municipio, per recarsi a lavoro quando è stata raggiunta da alcuni colpi d’arma da fuoco. A nulla sono valsi i tentativi di soccorso. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno già avviato le indagini per ricostruire il delitto e rintracciare i responsabili.

Nuoro, omicidio in pieno centro: allevatore di 59 anni ucciso a colpi d’arma da fuoco

Carabinieri
(Getty Images)

Omicidio in pieno centro ad Oliena, comune in provincia di Nuoro, dove questa mattina, giovedì 20 gennaio, un uomo è stato freddato a colpi d’arma da fuoco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio-suicidio in una cascina: uomo uccide la compagna e si toglie la vita

La vittima è Tonino Corrias, allevatore di 59 anni. Secondo le prime informazioni, come riferiscono i colleghi de La Nuova Sardegna, all’alba il 59enne era uscito dalla sua abitazione, sita nei pressi del Municipio, per recarsi a lavoro presso un’azienda agricola in località Sa Trave. Mentre l’allevatore salendo in auto, qualcuno lo avrebbe avvicinato esplodendo alcuni colpi di fucile che lo hanno raggiunto uccidendolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Caricato da un cinghiale durante una battuta di caccia: muore un 36enne

Sul luogo del delitto sono intervenuti i carabinieri del Comando provinciale di Nuoro, il procuratore della Repubblica Castaldini ed il suo vice Ireno Satta. Avviate le indagini per ricostruire quanto accaduto e rintracciare il killer.

Da quanto emerso, scrive la redazione de La Nuova Sardegna, Corrias era stato già vittima di due agguati in passato. Il primo nel 2001, durante la cosiddetta faida di Oliena, quando qualcuno lo aveva ferito con dei colpi d’arma da fuoco.

Carabinieri
(Vincenzo De Bernardo – Adobe Stock)

Il secondo agguato era avvenuto nel 2015: in quell’occasione dei sicari spararono contro la vettura dell’allevatore che era rimasto miracolosamente illeso. Nell’inchiesta relativa alla faida di Oliena, durante la quale vennero uccise sette persone, il 59enne non era mai ufficialmente entrato.

YES LIFE ON THE ROAD, MANIFESTAZIONE NO VAX E NO GREEN PASS