Tensione Polonia-Bielorussia: Varsavia avvia le costruzioni del muro al confine

La nuova struttura metallica ha lo scopo di bloccare l’ingresso sul territorio dei migranti irregolari ammassati al confine.

Tensione Polonia-Bielorussia: Varsavia avvia le costruzioni del muro
Crisi al confine tra Polonia e Bielorussia (Getty Images)

Mentre si acuisce la tensione al confine tra Ucraina e Federazione Russa, la situazione alla frontiera che divide Varsavia da Minsk non è meno drammatica. Le autorità della Polonia lo avevano annunciato già a metà novembre 2021: a seguito della crisi al confine registrata lo scorso anno, il governo ha intenzione di innalzare una nuova struttura per impedire l’ingresso ai migranti irregolari accalcati sul territorio di nessuno. La situazione è sull’orlo di una catastrofe umanitaria senza precedenti: uomini, donne e bambini ammassati tra filo spinato e temperature invivibili; tra assenza di viveri e luoghi dove ripararsi. Molti di loro speravano in una finestra sull’Europa, ma hanno incontrato solo la morte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Incidente stradale per Arnold Schwarzenegger: come sta l’attore

Muro tra Varsavia e Minsk: un progetto da 353 milioni di euro

NON PERDERTI ANCHE >>> Ucraina, nuovi rinforzi militari: prossimo invio di missili anticarro e antiaerei

La notizia è ufficiale: Varsavia ha dato avvio questo martedì 25 gennaio alla costruzione del nuovo muro per impedire l’ingresso irregolare dei migranti affastellati sulla linea di confine con la Bielorussia. La rigida risoluzione arriva dopo la lunga crisi con la vicina Minsk. Dallo scorso anno permane stagnante la catastrofe umanitaria alla frontiera, dove il bilancio delle vittime si acuisce a causa dell’inosservanza generale. Il progetto edile è stato annunciato dalla capitana Krystyna Jakimik-Jarosz, portavoce delle guardie di confine polacche. Tuttavia, le indicazioni relative alla costruzione del muro erano già stata accennate lo scorso novembre da parte degli alti funzionari dell’esecutivo di Varsavia.

L’ultimo aggiornamento collima con quanto riportato dai principali media internazionali, le cui fonti citano le giustificazioni con riferimento al nuovo progetto difensivo. Stando alle ultime dichiarazioni della portavoce delle forze locali Krystina Jakimik-Jarosz, la nuova struttura metallica rappresenterà un ostacolo per i gruppi di migranti irregolari spediti sulla frontiera dal leader Alexander Lukashenko, accusato di sfruttare le loro speranze come arma di pressione contro l’Europa: “i servizi bielorussi non aspettano altro per mandarci gruppi di migranti.” Stando al rapporto ufficiale, il nuovo muro sarà munito di dispositivi di sorveglianza, nonché rilevatori di movimento per un’altezza di 5 metri e mezzo e un’estensione di 186 km, circa la metà della lunghezza totale della frontiera.

Tensione Polonia-Bielorussia: Varsavia avvia le costruzioni del muro
Crisi al confine tra Polonia e Bielorussia (Getty Images)

Il progetto, che prevede un investimento di 353 milioni di euro, sarà ultimato a metà 2022.