Coronavirus, la situazione tra i giovani: cosa sta succedendo in Italia e nel mondo

La malattia da Coronavirus, ha profondamente pregiudicato la salute mentale degli adolescenti, portando alcuni di loro ad avere sintomi di depressione da Covid. 

Adolescente in depressione
(Pixabay)

Ultimamente, sono molti i giovani che soffrono di forti crisi depressive, dovute dal tragico periodo che stiamo attraversando. Secondo gli ultimi dati dimostrati da JAMA Pediatrics, in Italia e nel mondo un adolescente su quattro, soffre di depressione e uno su cinque ha disturbi d’ansia. Di conseguenza, l’incidenza di depressione e ansia fra i giovani è decisamente raddoppiata rispetto alla prima pandemia.

Coronavirus e depressione: lo studio degli esperti del JAMA Pediatrics

Adolescente in depressione
 (Pixabay)

Ad accusare maggiormente il forte disagio, sono proprio gli adolescenti poiché più esposti al rischio rispetto ai bambini; l’influenza dei social e il malessere dovuto dalle restrizioni, impediscono loro di vivere una vita serena insieme ai propri coetanei. Quanto scritto, è dimostrato da uno studio del Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry.

Secondo gli specialisti che hanno preso parte al congresso della Società italiana di NeuroPsicoFarmacologia, è necessario: “Intercettare il disagio mentale nei ragazzi e intervenire, utilizzando gli strumenti più adeguati al singolo caso e tenendo conto delle peculiarità connesse alla giovane età”.

TI POTREBBE INTERESSARE>>> Covid-19, il bollettino del 26 gennaio: 167.206 nuovi casi e 426 vittime

E’ inoltre provato che la depressione porta gli individui ad essere fisicamente più deboli, quindi c’è una possibilità maggiore di ammalarsi di Covid. Secondo David Lazzari, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi (Cnop) è necessario  contrastare la preoccupante situazione.

“Avere un disagio psicologico ci rende più vulnerabili, rende il nostro sistema immunitario più fragile. Avere una situazione depressiva aumenta di 8 volte la possibilità di ammalarsi di Covid”. Cosi afferma il Presidente Lazzari, il quale sostiene di non dover assolutamente abbassare la guardia e di intervenire con i giusti strumenti che possano dare una buona assistenza.

TI POTREBBE INTERESSARE>>> Covid-19, a Torino muore bimbo di 10 anni: “Non aveva patologie pregresse”

Adolescenti in depressione
(Pixabay)

Lazzari ha poi continuato: “La psicopandemia non è uno slogan vuoto creato dagli psicologi ma un problema al quale abbiamo il dovere di dare risposte efficaci e immediate, prima che sia troppo tardi”. Si tratta di una grave situazione che potrebbe avere conseguenze negative anche in futuro; è stato dimostrato che soffrire di depressione durante la giovane età, può portare da adulti a una condizione di salute peggiore.