Malore in casa: ragazzo di soli 29 anni trovato morto

Nella giornata di ieri, un ragazzo di 29 anni è stato trovato morto nella casa dove viveva a Stienta, in provincia di Rovigo. A lanciare l’allarme i colleghi di lavoro.

Ambulanza
(ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Un ragazzo di soli 29 anni è stato trovato privo di vita ieri nella sua abitazione di Stienta, in provincia di Rovigo. A fare la drammatica scoperta i carabinieri, avvisati dai familiari che non riuscivano più a contattare il giovane. L’allarme era scattato quando i colleghi, non vedendo a lavoro il 29enne, hanno deciso di mettersi in contatto con i parenti. Quando i militari dell’Arma sono arrivati in casa per il ragazzo non c’era più nulla da fare.

Rovigo, colto da un improvviso malore in casa: ragazzo di soli 29 anni trovato morto

Carabinieri
(marcodotto – Adobe Stock)

Sotto choc la comunità di Stienta, comune in provincia di Rovigo, dove ieri un ragazzo è stato trovato morto in casa. A perdere la vita Francesco Foglia, 29enne originario di Ferrara ma da quest’estate residente nel rodigino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto investita da un treno al passaggio a livello: muore madre di due bambini

L’allarme è partito dai colleghi di lavoro del ragazzo, dipendente della Zuffellato Technologies, ditta di Ferrara che si occupa della progettazione di software. I colleghi, scrive la redazione de Il Gazzettino, non vedendo Francesco presentarsi in azienda hanno chiamato i suoi parenti che hanno provato a mettersi in contatto con il 29enne. Non riuscendo a rintracciarlo, è partita la segnalazione ai carabinieri di Stienta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donna si toglie la vita lanciandosi dal balcone: era al nono mese di gravidanza

I militari dell’Arma si sono recati presso l’abitazione del giovane, sita in via Roma. Entrati in casa, la tragica scoperta: Francesco era deceduto. A stroncarlo, riferisce Il Gazzettino, un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Constatata la tragedia, l’autorità giudiziaria non ha stabilito ulteriori esami ed ha firmato il nullaosta per la restituzione ai familiari per le esequie.

Carabinieri
(canbedone – Adobe Stock)

La notizia ha sconvolto le due comunità di Ferrara e Stienta. Tanti i messaggi di cordoglio ed in ricordo di Francesco da parte di amici e conoscenti.