La tragedia dopo il pranzo, gesto di routine costa la vita ad un uomo

Un uomo di 63 anni è morto cadendo dalla finestra della sua abitazione di Conegliano (Treviso) mentre sbatteva la tovaglia.

Carabinieri
(Federico – Adobe Stock)

Si sarebbe affacciato alla finestra per sbattere la tovaglia da tavola e ripulirla dalle briciole. Purtroppo, però, un gesto così banale gli sarebbe costato la vita. Un uomo di 63 anni, proprio mentre era intento nell’attività di pulizia, avrebbe perso l’equilibrio cadendo dalla finestra del suo appartamento di Conegliano (Treviso). Un volo dal secondo piano che non gli ha lasciato scampo.

Treviso, uomo precipita dalla finestra mentre sbatte la tovaglia da tavola

Tovaglia
(monicore – Pixabay)

Si chiamava Vito Mele, l’uomo di 63 anni che nella giornata di ieri – sabato 29 gennaio– a Conegliano (Treviso), sbattendo la tovaglia da tavola alla finestra, avrebbe perso l’equilibrio cadendo nel vuoto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incendio in casa, muoiono due bambini: erano fratello e sorella

Stando a quanto riportato dalla redazione del Corriere del Veneto l’uomo era originario della provincia di Bari, ma ormai da anni viveva al nord per lavoro. Era, infatti, un postino adesso in pensione. Mele si sarebbe sporto dalla finestra del suo appartamento, sito al secondo piano, facente parte di un complesso non molto distante dal centro del Paese, nei pressi di viale Friuli.

Per cause ancora da accertare, Mele ha perso l’equilibrio ed è precipitato nel vuoto per diversi metri, sbattendo la testa al suolo. Ad essere presente in casa al momento della tragedia, una donna che da tempo viveva in casa con lui, pare una collaboratrice domestica. Il 63enne era celibe e senza figli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Agghiacciante rivelazione davanti alla ricicleria: “cerco il dito di un mio amico”

Il corpo del 63enne è precipitato nel cortile dello stabile. Il rumore sordo ha subito attirato l’attenzione di tutti i condomini ed immediatamente è stato contattato il 118. Purtroppo i sanitari, nonostante il repentino intervento, nulla hanno potuto per salvargli la vita. L’impatto era stato troppo violento. Altro non hanno potuto che constatarne il decesso.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri che hanno attivato subito le indagini per cercare di comprendere l’esatta dinamica del sinistro. La donna che viveva con lui, pare – riporta Il Corriere del Veneto– sembra sia stata già interrogata dai militari dell’arma.

Ambulanza
(vbaleha – Adobe Stock)

La salma del 63enne è stata trasportata in obitorio rimanendo a disposizione delle autorità che potrebbero decidere di disporre l’autopsia.