Colpito da rondella di metallo all’interno di un’azienda: morto un 58enne

Un uomo di 58 anni è deceduto ieri pomeriggio in un’azienda di Marano Vicentino (Vicenza) dopo essere stato colpito da una rondella di metallo.

Nel tardo pomeriggio di ieri, un uomo di 58 anni ha perso la vita mentre si trovava in un’azienda di Marano Vicentino, in provincia di Vicenza. Il 58enne, non dipendente della ditta, pare fosse impegnato in un lavoro su una fresatrice, autorizzato dal titolare, quando è stato colpito da una rondella di metallo.

Marano Vicentino colpito rondella morto pensionato
(Lionello Rovati – Adobe Stock)

Sentito il tonfo, alcuni operai si sono precipitati sul posto e, notando l’uomo riverso al suolo, hanno chiamato il numero unico per le emergenze. All’arrivo dei soccorsi per il 58enne non c’era più nulla da fare.

Marano Vicentino, colpito da rondella di metallo: 58enne muore all’interno di un’azienda

Marano Vicentino morto azienda rondella metallo
(Djedj – Pixabay)

Colpito da una rondella di metallo mentre si trovava in un’azienda. È morto così Arturo Natoldi, pensionato di 58 anni. La tragedia si è consumata nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 21 marzo, all’interno della Bomar Engineering, ditta che si occupa della produzioni di macchinari per panifici, pasticcerie e pizzerie, sita in via del Progresso a Marano Vicentino (Vicenza).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Investita da un tram nei pressi della fermata: donna perde la vita

Il 58enne, secondo quanto appreso dalla redazione de Il Gazzettino, pare stesse effettuando una lavorazione su una fresatrice, autorizzata dal titolare dell’azienda, suo amico, quando sarebbe stato centrato al torace da una rondella di metallo, staccatasi improvvisamente dal macchinario. Sentendo il forte rumore, alcuni dipendenti, che si trovavano in un altro reparto, sono accorsi sul posto ritrovando Natoldi riverso sul pavimento privo di sensi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uomo trovato morto nei pressi di un centro commerciale: indaga la polizia

Lanciato l’allarme, presso la Bomar Engineering è arrivata l’equipe medica del Suem 118. I soccorritori hanno provato a rianimare il pensionato, ma ogni sforzo si è rivelato vano.

Come da prassi, sono intervenuti anche i carabinieri ed i tecnici dello Spisal (Servizio per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro) a cui è affidato il compito di ricostruire la dinamica della tragedia. I militari dell’Arma hanno posto sotto sequestro, riporta Il Gazzettino, il macchinario.

La notizia della tragedia ha sconvolto l’intera comunità di Marano Vicentino, dove Natoldi, che lascia la moglie e due figli, viveva.