Russia, morti misteriose: dopo l’incidente la zona diventa proibita

Si continua ad indagare in Russia sulla sconvolgente morte di nove persone. Il decesso sarebbe avvenuto in circostanze misteriose. 

E’ un episodio inquietante, quanto particolarmente avvolto nel mistero, quello relativo alla morte di ben nove escursionisti su territorio russo. In molti avrebbero tentato di scoprire, fino ad oggi, le cause relative al decesso di gruppo avvenuto nella zona montuosa del Cholatčachl’.

incidente misterioso russia morti proibita
Djatlov (Instagram @i_luoghi_della_storia)

La località è letteralmente traducibile in italiano con la “montagna dei morti“. Ed è, attualmente, meglio nota dalla popolazione locale come passo di Djatlov. Il luogo avrebbe infatti cambiato il suo nome subito dopo il tragico accaduto, acquisendo quello di una delle principali vittime del misterioso incidente. Si tratta di Igor Djatlov, il quale avrebbe deciso di ricoprire il ruolo di guida per i restanti escursionisti.

Russia, morti misteriose: dopo l’incidente la zona diventa proibita

incidente misterioso russia morti proibita
Djatlov (Instagram @i_luoghi_della_storia)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Magicicada: invasione di misteriose cicale negli USA, l’origine e gli effetti

Ad indagare sull’accaduto, che segnò la violenta morte di ciascuno dei membri dell’intera spedizione, si è cimentato dapprima un esperto gruppo di investigatori. Nel mentre, è stata vietata la possibilità di accesso al territorio per un periodo di almeno tre annualità.

Dopo il rinvenimento dei corpi, sebbene non vi fossero tracce di colluttazioni o altri dettagli che potessero far pensare a invasioni dall’esterno, si optò per effettuare un’accurata autopsia. Dai risultati emersero delle considerazione agghiaccianti, e che avrebbero immediatamente alluso ad effetti fuori dall’ordinario.

Gli escursionisti, pur non mostrando ad un primo sguardo segni visibili che avrebbero potuto causarne il decesso, da un’analisi più approfondita si scoprì che due di loro avevano il cranio gravemente lesionato, altri le costole, ed infine una sola vittima era stata ritrovata senza lingua.

Un altro elemento che generò importanti sospetti fu l’elevata radioattività riscontrata dopo aver esaminato i loro indumenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Veramente?” Federica Panicucci saluta i fan: la partenza che non si aspettava – FOTO

La morte dei nove escursionisti resta datata al 2 Febbraio del 1959. E, nonostante siano trascorsi oltre sessant’anni da quel momento, anche coloro che presero parte alla ricerca di risposte esaustive sull’accaduto si ritrovarono a dover associare la natura dell’incidente ad un fenomeno inspiegabile.