Valanga travolge gruppo di sciatori: morto un uomo

Tragedia in montagna, valanga travolge un gruppo di sciatori sul Monte Auto Vallonasso (Cuneo): morto un uomo di 55 anni.

Doveva essere un’escursione tra amici, un momento di svago, ed invece si è trasformata in tragedia. Nella mattinata di ieri, un gruppo di quattro sciatori è stato travolto da una valanga mentre si trovava sul Monte Auto Vallonasso in Piemonte.

Cuneo valanga sciatori morto uomo
(murmakova – Adobe Stock)

Sommersi dalla neve, tre di loro sarebbero riusciti ad emergere, mentre uno non ce l’avrebbe fatta. Nonostante le operazioni di recupero siano iniziate quasi istantaneamente per un uomo di 55 anni non ci sarebbe stato nulla da fare. Le operazioni di salvataggio sarebbero state complicate poiché, poco dopo l’incidente, avrebbe iniziato a nevicare.

Cuneo, valanga travolge gruppo di sciatori: morto un 55enne

Cuneo valanga sciatori morto uomo
(flyupmike – Pixabay)

Si chiamava Lodovico Calandri, sciatore esperto ed ex consulente finanziario ora impiegato in un’azienda di Cuneo, l’uomo di 55 anni deceduto ieri mattina – sabato 9 aprile– travolto da una valanga mentre si trovava con tre amici sul Monte Auto Vallonasso, in provincia di Cuneo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spaventoso frontale tra due auto sulla statale: tragico bilancio

Il gruppo di sciatori si trovava in Valle Maira quando la coltre di neve li avrebbe sommersi. Tre sarebbero riusciti a tirarsi fuori– riportano i colleghi della redazione di Today– mentre Calandri non ce l’avrebbe fatta.

Immediatamente, sui luoghi dell’accaduto sarebbero accorse le squadre del soccorso alpino coadiuvate dall’azione di due elicotteri, uno partito da Torino ed uno da Cuneo. Attualmente si starebbe procedendo alla pulizia dell’area per cercare di comprendere se non vi siano ulteriori dispersi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio Salvatore Lombardi, si costituisce un 17enne: si indaga sul movente

Calandri sarebbe morto a seguito delle gravi ferite riportate. Nonostante i numerosi tentativi di rianimazione, operati anche dai suoi compagni di escursione, per il 55enne non ci sarebbe stato nulla da fare. I restanti componenti del gruppo, sarebbero illesi. Solo uno di loro sarebbe stato trasportato in ospedale, ma in codice verde.

Le operazioni di ricerca e quelle di recupero sono state rese difficoltose dalle avverse condizioni meteo. Poco dopo la valanga, infatti – riferisce Today citando una nota del Soccorso Alpino– avrebbe iniziato a nevicare il che non avrebbe reso semplici le operazioni.