“Festival di Sanremo” 2010: l’edizione delle proteste. Orchestrali in subbuglio e pubblico in rivolta: “Vergogna, venduti”.

“Festival di Sanremo”: l’appuntamento musicale più atteso dagli italiani. La kermesse canora sforna successi indimenticabili che rimangono nella storia del repertorio nostrano. Tutto sull’edizione del 2010

Non è stato di certo un compito facile condurre la 60esima edizione del “Festival di Sanremo” da parte della simpatica e accogliente Antonella Clerici. La presentatrice era già salita sul palco del Teatro Ariston nel 2005, affiancando Paolo Bonolis. Questa volta ha dovuto affrontare in solitaria un mare di polemiche. Ma cosa è successo?

Festival di Sanremo 2010
Valerio Scanu (Instagram)

I principali sistemi di votazione, ovvero la giuria demoscopica e il sistema misto televoto 50% e orchestra 50%, hanno determinato la proclamazione degli artisti che sono saliti sul podio. Ha trionfato il giovanissimo Valerio Scanu con il brano “Per tutte le volte che…”, sfruttando, a detta di molti, la popolarità ottenuta grazie alla sua partecipazione all’ottava edizione del talent show “Amici di Maria De Filippi”.

“Festival di Sanremo” 2010: fischi dalla platea e orchestrali che lanciano via gli spartiti

Festival di Sanremo 2010
Marco Mengoni (Instagram)

Non era mai accaduto che i membri dell’orchestra accartocciassero gli spartiti e li lanciassero via in segno di protesta. É successo durante il “Festival di Sanremo” 2010 quando, dopo l’esclusione di artisti della levatura di Irene Grandi, Simone Cristicchi, Malika Ayane e Noemi, è apparso immediatamente chiaro chi avrebbe vinto la kermesse canora.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> “Festival di Sanremo” 2008: i vincitori formano un duo ben rodato, protagonisti dello spettacolo più bello di tutti i tempi – FOTO

La rabbia è esplosa anche tra il pubblico in teatro e nella sala stampa dove si sono sollevati fischi e parole pesanti come: “Vergogna, venduti, buffoni”.

Ha decisamente raccolto poco gradimento la canzone “Italia amore mio”, portata in gara dall’inedito trio formato da Pupo, il principe Emanuele Filiberto e dal tenore Luca Canonici. Suscitò perplessità il fatto che un membro di Casa Savoia potesse dedicare parole d’amore verso il nostro Paese in seguito alla richiesta di un risarcimento milionario avanzato nel 2007. Inolte, vennero sollevati dubbi sull’attendibilità del televoto; si pensò addirittura che siano stati comprati voti tramite call center. In passato proprio Pupo aveva confessato di aver attuato un simile stratagemma comprando i voti del Totip e guadagnando il quarto posto al “Festival di Sanremo” 1984.

Terso posto per Marco Mengoni con “Credimi ancora”; il cantante ottenne il diritto la di partecipare alla gara dei Big avendo vinto la precedente edizione del talent show “X-Factor”. Il Premio della Critica “Mia Martini” andò a Malika Ayane con “Ricomincio da qui”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> “Festival di Sanremo” 2006: scommettiamo che avete canticchiato tutti almeno una volta il brano vincitore

Tra i Giovani trionfò Tony Maiello (anche lui reduce del talent show di Rai 2 “X-Factor”) con “Il linguaggio della resa”.