Ex prete accusato di abuso di un fedele durante un rito di esorcismo

La notizia arriva dalla capitale francese:  l’ex sacerdote è Erick, in preghiera nelle parrocchie del XIV° e XIX° arrondissement di Parigi.

Agghiacciante notizia dall’ambiente parrocchiale del XIV° e XIX arrondissement di Parigi, in Francia. Stando a quanto riporta il media locale Le Parisien, un sacerdote, di cui è indicato solo il nome Erik“, è accusato di aver violentato un praticante durante una pratica di esorcismo. Il rito non sorprende la comunità dei fedeli: il prete era noto per i suoi abituali riti degli esorcismi; attività sacramentale praticabile e riconosciuta dalla Chiesa cattolica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paris Habitat (@paris_habitat)

NON PERDERTI ANCHE >>> Orrore sulla riva: più di 20 carcasse di delfini arenate sulla spiaggia

Abusi durante un rito di esorcismo: la denuncia arriva dalla figlia di un fedele

Ex prete accusato di abuso di un fedele durante un rito di esorcismo
Polizia francese (Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Sparatoria in strada: morto un 12enne colpito da un proiettile vagante

L’informazione delle presunte “straordinarie abilità” di Père Erick (Padre Erick), riconosciute dai fedeli del XIV° e XIX arrondissement di Parigi, trovano conferma nella fonte di Le Parisien. Secondo quanto si apprende dall’articolo del media locale, il sacerdote era ammirato per le sue competenze nell’ambito dell’esorcizzazione dei mali spirituali dei suoi fedeli. Tuttavia, il prete si è rivelato tutt’altro che “benevolo e gentile”; al di là dei suoi intenti di purificazione esoterica; il 40enne di origine beninese (Benin, Paese dell’Africa occidentale di lingua francese), sarebbe responsabile di violenze e abusi.

Il fatto risale al 2014, a pochi anni dal suo arrivo nell’Exagone (la Francia); meta indispensabile per avviare la sua formazione in teologia dogmatica. Stando a quanto si legge nei principali media francesi, la vittima degli abusi è la figlia di un fedele. Su incoraggiamento della madre, la giovane, all’epoca 25enne, si sarebbe rivolta a Padre Erick per allontanare definitivamente i suoi malesseri spirituali. Il 40enne le avrebbe dato appuntamento tra le mura della sua abitazione. Dopo averle professato sincero amore, avrebbe poi tentato di abusare di lei, nonostante il suo esplicito rifiuto.

Il primo appuntamento culminò con la fuga della giovane; nel secondo, invece, non ebbe scampo. La denuncia arriva solo 5 anni dopo, il 31 ottobre 2019. Alla segnalazione dell’attuale 32enne si sono aggiunte nuove denunce: altre due donne hanno segnalato attacchi simili da parte di Père Erick, che continua a professarsi innocente.