Rimane incastrato in un macchinario della sua officina: imprenditore perde la vita

Un imprenditore di 79 anni è rimasto vittima di un incidente mentre lavorava all’interno della sua officina meccanica nella zona industriale di Telgate (Bergamo).

Nella serata di ieri, un imprenditore di 79 anni è morto a Telgate (Bergamo) mentre si trovava all’interno della sua officina meccanica. Secondo le prime informazioni, il 79enne si era recato presso l’officina per portare a termine un ordine, ma durante il lavoro, sarebbe rimasto incastrato in un macchinario perdendo la vita.

Bergamo incidente officina morto imprenditore
(stockbusters – Adobe Stock)

A lanciare l’allarme, sono stati i suoi familiari che non vedendolo tornare a casa sono andati a cercarlo ritrovandolo privo di vita. Inutili i tentativi di rianimazione da parte dei medici del 118, giunti sul posto insieme alle forze dell’ordine.

Bergamo, incidente in officina mentre completa un ordine: imprenditore perde la vita

Bergamo incastrato macchinario morto imprenditore Finazzi
(Federico – Adobe Stock)

Incastrato in un macchinario mentre lavorava nella sua officina meccanica per completare un ordine. Cosi avrebbe perso la vita Giuseppe Finazzi, imprenditore di 79 anni residente a Chiuduno, piccolo comune in provincia di Bergamo.

La tragedia, è avvenuto nella serata di ieri, domenica 10 aprile, nella zona industriale di Telgate (Bergamo). Uno degli indumenti di Finazzi, come riportano i colleghi della redazione di Brescia Today, sarebbe rimasto impigliato al macchinario che avrebbe poi trascinato il 79enne non lasciandogli scampo. L’allarme è scattato quando alcuni familiari dell’imprenditore, preoccupati per non averlo visto tornare a casa, si sono precipitati presso l’officina ritrovandolo esanime.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Moto contro fuoristrada ad un incrocio: morto insegnante di 41 anni

Sul posto è arrivata un’ambulanza con a bordo l’equipe medica del 118 che non ha potuto far nulla per il 79enne. I sanitari hanno provato a rianimarlo, ma dopo vari tentativi si sono arresi dichiarandone il decesso: tropo gravi le lesioni riportate. Per gli accertamenti di rito sono sopraggiunti anche i carabinieri ed i tecnici del Psal (Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro). Gli investigatori adesso ora dovranno determinare con certezza la dinamica di quanto accaduto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incastrato in un macchinario della ditta: muore operaio di 49 anni

La salma, scrive Brescia Today, è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria che nelle prossime ore potrebbe stabilire ulteriori esami.