Coronavirus, monitoraggio Iss: dati in lieve miglioramento

Pubblicato il monitoraggio settimanale dell’Iss relativo all’epidemia da coronavirus in Italia: scendono Rt ed incidenza dei casi, sale l’occupazione in area medica.

I dati relativi all’epidemia da Covid-19 sembrerebbero mostrare segni – seppur timidi- di miglioramento. Stando al consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità stilato in uno al Ministero della Salute, l’indice Rt sarebbe sceso a 1 rispetto all’1,5 della scorsa rilevazione.

Coronavirus monitoraggio Iss Rt incidenza
(Giuseppe Lami – Ansa)

Stesso dicasi per l’incidenza dei casi rispetto alla settimana passata. A diminuire anche il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Sale invece l’occupazione in area medica con un +0,01 percentuale.

Coronavirus, monitoraggio Iss: in calo Rt ed incidenza, sale occupazione nelle aree mediche

Coronavirus monitoraggio Iss Rt incidenza
(Ansa)

Dati rincuoranti quelli emersi dall’ultimo monitoraggio dell’Iss stilato insieme al Ministero della Salute relativo all’epidemia da Covid-19 nel nostro Paese. Stando alle ultime rilevazioni, infatti, è emerso che l’indice di contagio Rt per questa settimana si attesta sul valore dell’1 rispetto all’1,5 della scorsa settimana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, i dati dell’ultimo monitoraggio dell’Iss

In calo anche l’incidenza dei casi. Si parla di 717 ogni 100mila abitanti rispetto ai 776 della precedente rilevazione. Fortunatamente anche l’occupazione dei posti in terapia intensiva sarebbe in calo: questa settimana si parla di un’occupazione pari al 4,2% rispetto al 4,7% di sette giorni fa. A salire, invece, l’occupazione in area medica che si attesta al 15,6% (+0,01% a confronto con l’ultimo monitoraggio).

Nel report si evince che una sola Regione risulta essere classificata a rischio alto, l’Abruzzo dove sono stati superati i mille casi ogni centomila abitanti. Un valore che supera di gran lunga la soglia media a livello nazionale (717 come precedentemente riportato).

Rischio moderato, invece, per otto Regioni/Province Autonome di cui una al limite del passaggio nella fascia peggiorativa. Il resto a rischio basso. Sono ben sedici, invece, le realtà regionali che hanno fatto rilevare almeno un’allerta di resilienza, e tre -invece- diverse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Regressione tumore dopo vaccino anti Covid-19, donna sopravvive alla metastasi

Ad emergere dal monitoraggio anche la diminuzione dei casi covid individuati tramite tracciamento (12% con una diminuzione dello 0,01%). Purtroppo, in aumento, la scoperta di positività a causa di manifestazione di sintomi (41% a fronte del 38% della scorsa settimana).