Caro energia: imprenditore milanese dona 1500 euro a 42 suoi dipendenti

Un bonus inaspettato per la giornata di Pasqua, domenica 17 aprile: il grande gesto è di Siro Della Flora, fondatore della Metallurgica Legnanese.

1500 euro in più nella busta paga di 42 dipendenti: è successo a Rescaldina, nel Milanese. Il grande gesto è di Siro Della Flora, fondatore della Metallurgica Legnanese. Stando a quanto riporta Tgcom 24 l’inaspettato contributo, capitato proprio durante la domenica di Pasqua (17 aprile), ha lo scopo di sostenere le famiglie degli impiegati durante il delicato periodo del caro gas, luce ed energia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sempione News (@sempionenews)

Bonus energetico”, così l’ha definito Siro della Flora; un sostegno dalla tradizionale colomba pasquale: un contributo utile per affrontare con più leggerezza il periodo dell’inflazione e del caro energia.

NON PERDERTI ANCHE >>> Tragedia a Vito D’Asio: morto Stefano Strizzolo, motociclista 29enne

Bonus energia: “Stare bene per lavorare bene”

Caro energia: imprenditore milanese dona 1500 euro a 42 suoi dipendenti
Azienda (Ansa)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Tragedia sulla A1, muore giovane ragazzo, grave la sorella 

“Stare bene per lavorare bene”: è questa la filosofia alla base del grande gesto di Siro della Flora. Prima di tutto il benessere dei dipendenti; ne consegue, in seguito, il benessere dell’azienda e della sua attività. Il fondatore della Metallurgica Legnanese, impresa specializzata nella produzione e distribuzione di acciai speciali, dà lavoro 1 42 dipendenti nel comune di Rescaldina (Milano); questi sono suddivisi in 17 operai, 12 autisti 13 addetti al reparto commerciale. 

Il motivo alla base dell’inaspettato contributo è dare vicinanza, ma soprattutto offrire maggiore sostegno durante il delicato e complesso periodo del caro energia, gravato dall’inflazione e dall’aumento dei prezzi di prodotti e spese di ogni genere. Per prevenire l’ineluttabile diminuzione del paniere dei beni; Siro della Flora ha pertanto optato per un dono diverso e più utile rispetto al classico dolce pasquale. Stando alle stime riportate da Tgcom 24, attualmente si contano oltre 4 milioni le famiglie in difficoltà, piegate del rincaro generale dei prezzi e dei carburanti.

I nuclei familiari più in difficoltà sono quelli più numerosi a livello di componenti: le famiglie in povertà si trovano impossibilitare a raggiungere il valore minimo del paniere di beni e servizi in termini di condizionamento, illuminazione ed elettrodomestici.