Conad ci rinuncia, addio al progetto del grande supermercato

Conad ci rinuncia: addio al progetto del grande supermercato in una delle città più importanti d’Italia. Ecco che cosa è andato storto

Il marchio Conad, operante nella grande distribuzione organizzata, è stato fondato il 13 maggio 1962 ed è tutt’oggi una delle società ammiraglie all’interno del settore della vendita al dettaglio.

Dal maggio 2019, Conad ha anche acquistato quello che in precedenza era il marchio francese Auchan, divenendo di fatto leader nel settore della GDO con un giro d’affari che si attesta ad una quota pari al 18% (superiore persino al marchio Coop).

Conad
Supermercato Conad (Ansa)

Negli anni, la società cooperativa con sede a Bologna si è ingrandita rilevando supermercati ed ipermercati disseminati in ogni parte d’Italia. Conad, tra l’altro, aveva in progetto di ristrutturare un edificio situato in una delle principali città italiane, con l’intento di realizzarvi un nuovo centro commerciale.

Alcuni imprevisti, tuttavia, sono intervenuti a smantellare questo piano, che avrebbe garantito lavoro a moltissime persone. Scopriamo insieme che cosa non ha funzionato.

Conad ci rinuncia, addio al progetto del grande supermercato: svelati i motivi

Conad
Conad (Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> MD nuova apertura straordinaria, la città è in trepidante attesa. Tutto è pronto

Con la rilevazione della catena francese Auchan – avvenuta nel maggio 2019 – la società Conad si è assicurata ben 276 nuove strutture (tra ipermercati e supermercati), che ha prontamente riprogettato e rinominato con il proprio marchio.

Da parte dell’azienda nata a Bologna nel 1962 traspare dunque la ferma intenzione di ampliare il proprio raggio d’azione e di mantenere il primato di leader nel settore della grande distribuzione organizzata. Un inconveniente non da poco, tuttavia, sembrerebbe aver parzialmente frenato l’espansione di Conad.

Nelle ultime ore, in particolare, è sfumata la possibilità di veder realizzato il piano di ristrutturazione dello Stadio Bianchelli di Senigallia (Ancona). Conad, che aveva in programma di restaurare la struttura e di realizzarvi un grande centro commerciale, ha dovuto abbandonare il progetto a causa dell’opposizione della giunta comunale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —>  Lidl, 4 nuovi supermercati, grande investimento e posti di lavoro: ecco dove

Una grande possibilità per il comune marchigiano è dunque sfumata. Roberto Paradisi, portavoce di Unione Civici Marche, ha aspramente criticato la giunta comunale, non mancando di prendere le difese del noto marchio: “non si dica che sia stato Conad a cambiare idea“.