Investito da un’auto in corsa: morto ragazzo di soli 26 anni

Un ragazzo di 26 anni è morto dopo essere stato travolto lungo la statale Triestina a Levada di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia. Inutili i soccorsi.

Centrato in pieno da un’auto. È morto così un ragazzo di 26 anni la scorsa notte sulla statale Triestina nel territorio di Levada di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia. Alla guida della vettura un 56enne che non è riuscito ad evitare il tremendo impatto.

Concordia Sagittaria investito auto morto ragazzo
(Robert Leßmann – Adobe Stock)

L’automobilista ha subito avvertito i soccorsi, ma al loro arrivo per il giovane investito era ormai troppo tardi. Oltre ai sanitari, sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per le indagini ed i rilievi di legge.

Concordia Sagittaria, travolto da un’auto lungo la statale Triestina: morto un ragazzo di 26 anni

Concordia Sagittaria investito auto morto ragazzo
(Fortgens Photography – Adobe Stock)

Terribile incidente la scorsa notte, tra martedì 19 e mercoledì 20 aprile, lungo la strada statale 14 Triestina a Levada, frazione del comune di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia. Un ragazzo è stato investito da una vettura ed ha perso la vita. La vittima è Ramic Ramadan, 26enne di origine kosovara ma residente in via Bandoquerelle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Travolto da un escavatore mentre lavora nel suo terreno: morto un uomo

Secondo i primi accertamenti, riportano i colleghi della redazione de Il Gazzettino, una Toyota Aygo, condotta da un uomo di 56 anni di Trieste, ha travolto il 26enne che si trovava in mezzo alla carreggiata, nei pressi di un bar. Un impatto violentissimo che ha fatto terminare il giovane prima contro il parabrezza della vettura e successivamente sull’asfalto. L’automobilista si è subito fermato ed ha chiamato i soccorsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto finisce nel fiume, morta giovane madre: è giallo sull’accaduto

In pochi minuti, sul luogo dell’investimento è arrivata l’equipe medica del Suem 118 che non ha potuto far altro che appurare il decesso di Ramic. Troppo gravi le lesioni riportate nel sinistro.

Accorsi anche i carabinieri della Compagnia di Portogruaro che si sono occupati dei rilievi per risalire alla dinamica dei fatti. I militari dell’Arma hanno posto sotto sequestro l’Aygo. Il conducente, riporta Il Gazzettino, rimasto illeso sarebbe ora indagato con l’accusa di omicidio stradale.