Rumori da un appartamento sfitto, condomini preoccupati: la singolare scoperta della Polizia

Una casa popolare di Roma sarebbe stata occupata abusivamente sfruttando un trucco singolare, quello della botola: l’inquilino irregolare è stato scoperto solo dopo vari appostamenti.

Ha dell’incredibile quanto accaduto a Roma, in via Ostuni, all’interno di una casa popolare dell’Ater. In attesa di nuova assegnazione, dopo il decesso dell’ultimo inquilino, dall’abitazione continuavano a sentirsi rumori. Ad avvertirli, gli altri condomini che in più occasioni avrebbero contattato la Polizia Municipale per sincerarsi di cosa stesse accadendo.

YESLOVE LEGGI LA STORIA DELLA NOSTRA RUBRICA DEL CUORE. VAI QUI

Roma casa popolare occupata botola
(Maciej Matlak ​- Adobe Stock)

All’esito di ogni sopralluogo, però, i caschi bianchi non avrebbero riscontrato alcunché, fino a quando si sarebbero accorti di una strana botola sul terrazzo condominiale.

Roma, occupa casa popolare con il trucco della botola: scoperto inquilino abusivo

Roma casa popolare occupata botola
(silvae ​- Adobe Stock)

Fantasmi? Assolutamente no, solo un inquilino abusivo. Dopo vario tempo in cui i condomini di uno stabile popolare lamentavano rumori provenire da un appartamento rimasto sfitto, la Polizia Municipale di Roma avrebbe scoperto come qualcuno – ingegnosamente- si era appropriato di uno degli immobili senza farsi cogliere sul fatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scompare dopo una battuta di pesca, poi il tragico ritrovamento

È accaduto in via Ostuni, riporta la redazione de Il Messaggero. Morto il vecchio inquilino, dall’appartamento continuavano a sentirsi rumori. I condomini, insospettiti, avrebbero contattato i caschi bianchi i quali – dopo numerosi interventi- non avrebbero trovato alcun elemento che potesse far pensare ad un’occupazione abusiva. Nessun segno di effrazione, porte non forzate.

Ma quei rumori continuavano a sentirsi e allora la Municipale ha voluto approfondire, ancor più di quanto non avesse già fatto. Recatasi presso lo stabile avrebbe eseguito un sopralluogo anche nel terrazzo condominiale; lì la svolta. Gli agenti hanno rinvenuto un buco sul quale era stata appoggiata una scala.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Si tuffa in mare con alcuni amici: ragazzo muore annegato

Chiarito, quindi, come qualcuno aveva preso possesso dell’appartamento: con il famoso trucco della botola. Sono iniziati così gli appostamenti che hanno consentito l’individuazione dell’occupante. Vistolo entrare, i caschi bianchi hanno fatto ingresso nella casa trovando un uomo di 56 anni, originario della Polonia, seduto davanti la Tv. Trovato anche lo strumento con cui avrebbe aperto il varco dal soffitto.

Il 56enne avrebbe anche provato a difendere le proprie ragioni, ma ovviamente queste ultime non avevano alcun fondamento. L’assegnazione delle case popolari avviene tramite una graduatoria nella quale l’uomo neppure figurava. La polizia ha, quindi, aperto un fascicolo d’indagine per occupazione abusiva e danneggiamento.