Calcio, Mino Raiola ricoverato in ospedale: gravi le sue condizioni

Mino Raiola sarebbe ricoverato in gravi condizioni al San Raffaele di Milano: apprensione per uno dei più grandi procuratori della storia del calcio moderno.

Momenti di apprensione nel mondo del calcio per le precarie condizioni di salute del noto procuratore Mino Raiola. L’agente di campioni del calibro di Balotelli, Pogba, Ibrahimovic, sarebbe ricoverato al San Raffaele di Milano e starebbe combattendo tra la vita e la morte.

Lutto calcio morto Mino Raiola
Mino Raiola (Alessandro Di Marco – Ansa)

Nel mese di gennaio una notizia – poi smentita dal suo staff- lo avrebbe visto ricoverato presso il nosocomio del capoluogo lombardo. In quell’occasione, però, con un comunicato si rese noto che Raiola doveva solo sottoporsi a controlli di routine programmati.

Mino Raiola, ricoverato in gravi condizioni il noto procuratore calcistico di origini campane

Lutto calcio morto Mino Raiola
Mino Raiola (Ciro Fusco – Ansa)

Mino Raiola, al secolo Carmine Raiola, sarebbe ricoverato in gravi condizioni al San Raffaele di Milano. Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre del 1967, il noto procuratore starebbe combattendo tra la vita e la morte.

Pochissimi minuti fa avrebbe iniziato a rimbalzare la notizia della sua morte, smentita categoricamente dal Professore Alberto Zangrillo, dirigente dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare del nosocomio ambrogino.

Stando a quanto riferiscono diverse fonti, tra cui i colleghi della redazione di Fanpage, il “Re del calciomercato” sarebbe affetto da una grave malattia. A gennaio, infatti, pare fosse stato ricoverato d’urgenza presso l’ospedale San Raffaele di Milano a causa di una patologia polmonare che nessun nesso – però- aveva con il Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lutto nel mondo del ciclismo: ex direttore sportivo stroncato da un malore al bar

Una notizia che sarebbe stata smentita, tuttavia, dal suo staff all’esito della divulgazione della notizia. Controlli programmati, dissero, e nessun ricovero in terapia intensiva. Versione confermata anche in quell’occasione dal professore Zangrillo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calcio in lutto: morto ex centrocampista di Napoli e Real Madrid

La grande carriera di Mino Raiola ebbe inizio negli anni ’90 quando portò campioni del calibro di Berkgamp e Jonk in Italia. Una storia lavorativa costellata di successi la sua, considerato che nella sua agenda annoverava nomi che hanno segnato la storia del calcio moderno: Nedved, Ibrahimovic, Balotelli, Pogba e Donnarumma. E queste sono solo alcune delle “fuoriserie” della sua scuderia.

Il giovane Erling Haaland, talento indiscusso del Borussia, è adesso al centro della sua attività lavorativa. Sta, infatti, trattando la sua cessione al Manchester City. Un affare milionario, in pieno stile Raiola.

IL TG DEL 27 APRILE DI YESLIFE.IT – VIDEO