Leroy Merlin, boom di aperture nella regione italiana: la decisione sorprendente

Leroy Merlin, boom di aperture nella regione italiana: la decisione della nota azienda francese è sorprendente

Il marchio Leroy Merlin venne fondato nel lontano 1923 dai coniugi Adolph Leroy e Rose Merlin, che nel comune francese di Nœux-les-Mines inaugurarono un negozio di rivendita di oggetti bellici.

Negli anni, l’attività si è estesa non solo in termini di punti vendita, ma anche di prodotti offerti. Attualmente, infatti, Leroy Merlin è una delle aziende leader nel settore dell’edilizia, bricolage, fai-da-te e giardinaggio.

YESLOVE LEGGI LA STORIA DELLA NOSTRA RUBRICA DEL CUORE. VAI QUI

Leroy Merlin
Leroy Merlin (Ansa)

In circa cento anni dalla fondazione del marchio, la catena francese con sede a Lilla ha aperto negozi prevalentemente disseminati nei paesi dell’Unione Europea, ma non ha rinunciato a proiettare le proprie mire espansionistiche oltreoceano, con store in Brasile, Russia, Cina e Ucraina.

In Italia, Leroy Merlin possiede ben 50 punti vendita, la maggior parte dei quali si trova dislocata soprattutto in una delle principali regioni italiane. Cerchiamo di capire il perché di questa scelta strategica da parte dell’azienda francese.

Leroy Merlin, boom di aperture nella regione italiana: la decisione sorprendente

Leroy Merlin
Negozio di Leroy Merlin (Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Conad, Buoni da 1000 euro? Arriva la notizia che ha sconvolto gli italiani

Con un fatturato pari a 13,78 miliardi di euro e ben 78.000 dipendenti – secondo le stime, rispettivamente, del 2014 e 2017 -, Leroy Merlin è indiscutibilmente l’azienda leader nel settore del giardinaggio, bricolage e fai-da-te.

Il noto marchio, che possiede punti vendita disseminati in tutta l’Unione Europea, ma anche nei paesi extra-Ue, ha aperto l’impressionante cifra di 50 negozi solamente in Italia. A lasciare di stucco, in realtà, è proprio la linea imprenditoriale perseguita dalla catena francese, che ha scelto di concentrare la propria fetta di mercato soprattutto in una regione.

Stiamo parlando della Lombardia, dove l’azienda, nel giro di pochissimi anni, ha aperto ben 15 punti vendita, che si stanno allargando giorno dopo giorno e che continuano ad offrire nuove opportunità di lavoro a moltissime persone. Il numero di dipendenti italiani della catena, anche grazie a questo boom di aperture, è cresciuto di circa 4mila unità in appena 10 anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Supermercati aperti il 1 maggio: ecco dove fare gli acquisti dell’ultimo minuto

Indiscutibilmente, la regione con capoluogo Milano offre al marchio francese delle possibilità di vendita e di piazzamento dei prodotti che altrove sarebbero difficili da raggiungere. Non è da escludere, tuttavia, che l’azienda non possa decidere di allargarsi anche in altre regioni del Bel Paese.