Francesca Michielin, realizzato il desiderio più grande: “Il mio sogno di quand’ero bambina”

Una serata che Francesca Michielin non dimenticherà facilmente e che le ha permesso di realizzare uno dei suoi sogni più grandi

Un’opportunità unica che ha permesso a Francesca Michielin di realizzare uno dei sogni di quand’era bambina. La cantautrice e scrittrice è stata nominata ai David di Donatello, tenuti la notte scorsa presso gli studi di Cinecittà di Roma. A presentare l’evento Carlo Conti affiancato da Drusilla Foer.

Francesca Michielin sogno da bambina
Francesca Michielin (Instagram)

I David di Donatello, giunti alla loro 67esima edizione, rappresentano il maggior riconoscimento cinematografico italiano. Tra le categorie premiate anche quella legata alla miglior canzone originale e che ha visto Francesca Michielin ricevere la sua prima nomination.

“Un altro tassello di questo Michielin 10”, l’emozione dell’artista e il risultato finale: chi ha vinto come miglior canzone originale

Un sogno che diventa realtà quello che la cantautrice ha avuto modo di vivere la scorsa notte. “Nei tuoi occhi“, brano scritto e interpretato da Francesca Michielin e tratta dal film “Marylin ha gli occhi neri“, è stato infatti candidato come miglior canzone originale.

Essere ai David è il sogno di quand’ero bambina, e questa nomination è un riconoscimento super prezioso, di quelli che puoi raccontare, incorniciare, conservare con intensità“, racconta emozionata a poche ore dalla cerimonia. 

LEGGI ANCHE -> Lorenzo Fragola: dal successo all’oblio, che fine ha fatto? La spiegazione si apre alla speranza

Per lei, che ha sempre sognato di poter prendere parte alla composizione della colonna sonora di una pellicola cinematografica, questo ha rappresentato un onore oltre che la realizzazione di uno dei suoi più grandi desideri.
Stasera non ci sono televoti, non si arriva né ultimi né secondi: stasera è solo una grande festa, un altro tassello fighissimo di questo Michielin 10“, sottolinea. L’artista ha infatti celebrato i suoi primi dieci anni di carriera e i David di Donatello hanno rappresentato un altro inestimabile traguardo.
A vincere come miglior canzone originale è stato tuttavia Manuel Agnelli con “La profondità degli abissi“, tratto dal film Diabolik. Per Francesca Michielin il risultato della serata non ha tuttavia influito sulla felicità provata per questa opportunità ricevuta, e che le ha permesso di vivere un’emozione indescrivibile.

LEGGI ANCHE -> “La Pupa e il Secchione”, la finale: proposta di matrimonio in diretta

Viva il cinema, viva la musica“, conclude con queste parole la cantautrice che torna a casa ugualmente soddisfatta e fiera del risultato.