Vagava nudo in spiaggia, l’ex fidanzato 38enne di Romina confessa: “La amo ancora”

Si tratta di un altro femminicidio. Da una segnalazione al 112 di uomo seminudo in stato confusionale si è arrivati alla verità.

“Non volevo ucciderla. La amo”, avrebbe scritto su un block-notes l’imputato, come riporta Tgcom24. Una storia drammatica che spezza di nuovo la vita ad una giovane trentaseienne di Frosinone. Romina De Cesare, 36 anni, è stata uccisa a coltellate e il suo corpo presentava numerose ferite di arma da taglio.

romina uccisa omicidio ex fidanzato
(fsHH – Pixabay)

Tutto è successo quando il 112 ha ricevuto una segnalazione di un individuo che vagava in stato d’agitazione sulle spiagge di Sabaudia. Gli agenti, accorsi sul posto in prossimità del noto stabilimento Saporetti, a Torre Paula, lo avrebbero poi condotto in ospedale. Ma nessuno avrebbe mai potuto immaginare cosa, a distanza di diversi chilometri, era accaduto. Sono così partite le indagini e i corpi militari di Latina hanno cominciato a cercare indizi sulla scomparsa di Romina. Pietro Ialongo, 38 anni, è stato poi fermato per l’omicidio dell’ex fidanzata Romina De Cesare.

L’ex fidanzato tenta il suicidio, poi confessa l’omicidio

romina uccisa ex fidanzato omicidio
Pixabay

Quando l’identità di Pietro Ialongo si è ricostruita, una volta che l’uomo è rinsavito dallo stato di choc in cui versava, i poliziotti di Frosinone sono stati allertati. Da qui, la scoperta tragica: nell’appartamento in cui viveva, Romina è stata trovata senza vita con diverse ferite da arma da taglio sul corpo. I due, originari di Cerro al Volturno, un comune di 1100 abitanti nella provincia di Isernia, erano stati fidanzati. Poi, Romina non aveva voluto più sapere e aveva scelto un altro compagno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Francesca Riza, la storia di una donna sopravvissuta alla follia di un amore malato

E’ grazie alla segnalazione del nuovo fidanzato, insospettitosi della scomparsa della ragazza da diversi giorni, che si è scoperto l’omicidio. Pietro Ialongo avrebbe poi confessato, ammettendo la responsabilità per la morte di Romina. E avrebbe, poi, tentato di suicidarsi. La morte sarebbe avvenuta per strangolamento in un primo momento e poi con delle coltellate ripetute. La ragazza è stata lasciare morire così, sul pavimento dell’appartamento in cui viveva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Orrore in casa: madre e figlia trovate morte, grave l’altro figlio