Scomparsa Maddie McCann, il procuratore fa il nome del presunto colpevole in Tv

Caso Maddie McCann, il procuratore che si sta occupando del caso non ha dubbi su chi abbia rapito la piccola scomparsa 15 anni fa.

Scomparve nel nulla, misteriosamente 15 anni fa la piccola Madelein McCann. Un lungo periodo durante il quale gli inquirenti hanno battuto ogni sorta di pista, ma che purtroppo non ha mai portato a mettere un punto alla vicenda.

Maddie McCann scomparsa procuratore colpevole
Maddie McCann (Ansa)

Ora, però, pare che la Procura, che si sta occupando del caso, abbia le idee chiare su chi avrebbe rapito la bambina che all’epoca aveva solo 4 anni. Il procuratore Hans Christian Wolters sarebbe sicuro del nome del presunto colpevole.

Scomparsa Maddie McCann, il procuratore fa il nome del presunto colpevole

Maddie McCann scomparsa procuratore colpevole
Genitori Maddie McCann (Ansa)

Il 3 maggio 2007 si sono perse le tracce della piccola Maddie McCann da Praia de Luz (Portogallo) dove si trovava in vacanza con i suoi genitori. Una data nera, che segnò l’inizio di anni di indagini purtroppo infruttuose. Rapita? Uccisa? Interrogativi che ancora oggi rimangono aperti e ai quali nessuno è riuscito a dare risposta.

Ma forse il momento della svolta potrebbe essere giunto. Il procuratore Hans Christian Wolters, a capo delle indagini, avrebbe riferito di essere sicuro dell’identità della persona che avrebbe preso Maddie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “So cosa le è successo” Maddie McCann: la brutale testimonianza riapre il caso

Stando a quanto riportano fonti britanniche, in particolare The Sun, e come riferisce Leggo, il Procuratore ospite in una trasmissione portoghese si sarebbe sbilanciato palesando la sua teoria. La piccola sarebbe stata assassinata e ad ucciderla sarebbe stato Christian Brueckner. Quest’ultimo ad oggi è il nome del maggior sospettato del caso.

A fare da eco alle parole del procuratore anche l’ispettore Woltersha, sicuro anche egli della colpevolezza dell’uomo. Brueckner, non era nuovo alle Forze dell’ordine. In passato era già stato condannato per violenza sessuale. Ma non è la sua fedina penale ad aver condotto gli investigatori su di lui. Pare infatti che alcune fibre del pigiama di Maddie siano state rinvenute nel suo furgone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scomparsa dalla comunità che la ospita: la famiglia cerca Marina

Nel corso del programma in cui è stato ospite il Procuratore, riporta Leggo, la presentatrice avrebbe portato all’attenzione del pubblico proprio tale dettaglio. Ma Wolters a proposito non ha voluto rilasciare dichiarazioni non volendo svelare dettagli di indagine. Tuttavia, non avrebbe neppure smentito, sottolineando come il presunto colpevole non sarebbe stato reso edotto del rinvenimento. Per la legge tedesca, infatti, questi dettagli non posso essere resi noti se non dopo che il diretto interessato ne abbia avuto conoscenza.

Brueckner risulterebbe indagato per il caso di scomparsa da due anni e gli inquirenti sin da subito avrebbero affermato di essere certi della sua colpevolezza. A suo carico però non sarebbero mai emersi elementi di prova schiaccianti. Anzi, dalle ultime notizie pare che per quella settimana avesse un alibi.